Astrofillite: proprietà e benefici

L’astrofillite lavora sul piano energetico e quello spirituale principalmente. In cristalloterapia viene usato per lavorare sull’aura e i chakra superiori. Catalizza le energie ed è utilizzato soprattutto in questo ambito.

Una bella pietra nera dai riflessi blu o dorati. Non è una delle più conosciute ma per molti appassionati fa davvero la differenza. Ha un sistema cristallino triclino e contiene ferro, manganese, sodio, potassio, zirconio e titanio. Utilizzatelo soprattutto per lavorare sul sesto chakra.

Proprietà dell’astrofillite

L’astrofillite ha tante belle proprietà. Potete usarlo a livello spirituale per portare una nuova carica sui chakra, i meridiani e l’aura. Si dice che questa pietra favorisce anche i viaggi astrali. A livello pratico aiuta a ricordare i sogni e induce nell’arte di quelli lucidi.

Se siete creativi, persone che lavorano con le idee l’astrofillite v’induce in una profonda riflessione permettendovi di captare tanti utili segnali sia dentro che fuori di voi per migliorare le vostre opere. Vi aiuta a individuare le vostre reali esigenze, a risolvere tutte quelle questioni che avete lasciato in sospeso nella vostra vita.

L’astrofillite vi porta sulla strada della semplicità, che spesso si traduce anche in autenticità. Imparate ad apprezzare il prossimo e a instaurare un vero lavoro con lui. Vi rende più aperti e capaci di comprendere i sentimenti degli altri.

L’astrofillite può essere utilizzata anche a livello fisico. Non potete impiegarla per la realizzazione degli elisir, però posizionandola su determinate parti del corpo potete ottenere degli aiuti. Ad esempio agisce sui dolori mestruali e sui problemi legati all’intestino crasso. Essendo una pietra che lavora molto sul sistema ormonale, potete indossarla o lavorarci quando siete in fase premestruale, vicino alla menopausa o in dolce attesa.

Consigli per un buon utilizzo

Non mettete l’astrofillite a contatto con l’acqua e se per sbaglio lo fate, asciugatela molto attentamente. Per purificarla utilizzate un quarzo di ametista o irradiatela con il Reiki. Molto meglio caricarla con la luna piuttosto che con il sole, se lo preferite, non mettetela esposta alla sua luce in modo diretto.

E’ una pietra molto morbida perciò se volete indossarla, è molto meglio metterla in una gabbietta per le pietre o tenerla in tasca. Io vi consiglio di usarla soprattutto in meditazione!

I più venduti su Amazon:

Fonte foto: Wiki

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento