Bronzite: usi e proprietà in cristalloterapia

Come potete vedere dall’immagine, la bronzite è una pietra dall’intero colore bronzo. In cristalloterapia viene utilizzata soprattutto per armonizzare il primo chakra ed è molto utilizzata nella pratica del radicamento. Viene chiamata anche la “pietra della cortesia” perché va a mitigare rabbia e aggressività.

Le sue vibrazioni portano serenità. Allevia le tensioni sia fisiche che mentali. In questo modo vi aiuta non solo ad affrontare i periodi di stress, ma migliora anche la lucidità mentale necessaria per saper fronteggiare le difficoltà.

E’ una buona pietra quando si tratta di prevenire la depressione. Incentiva l’equilibrio, la lucidità. Le crisi nella vita ci sono, la bronzite vi aiuta non a evitarle ma ad accettarle e prendere le decisioni migliori senza finire in depressione oppure restare scoraggiati e amareggiati.

A livello fisico questa pietra allevia le contrazioni muscolari, gli spasmi e il dolore in generale. Rafforza anche i nervi.

Come si usa e come si pulisce

La pulizia è piuttosto semplice. La bronzite non richiede particolari trattamenti. Dovete solo tenerla per un minuto sotto un filo d’acqua corrente, avendo cura di asciugarla subito e bene. Meglio secondo me se la posizionate sopra una bella drusa di quarzo, come può essere l’ametista. Oppure una pulizia con il Reki. Potete invece caricarla sotto la luce lunare.

Cercate di portarla vicino al primo chakra, quindi va bene anche in tasca. Questo almeno per lavorare sul piano fisico o se dovete armonizzare il primo chakra. Altrimenti portatela al collo per lavorare sulla sfera mentale. Potete impiegarla di tanto in tanto in meditazione, anche se non è la pietra più adatta.

I più venduti su Amazon:

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento