Proprietà delle pietre

Calcopirite: proprietà e usi in cristalloterapia

La calcopirite è una bella pietra giallo-oro. Meno famosa di tante sue “compagne” ma comunque una buona alleata in cristalloterapia per lavorare a livello aurico. Rimuove i blocchi energetici dai chakra ed è preziosa durante le pratiche meditative.

Un po’ come la pirite e le altre pietre con delle tracce di color oro, la calcopirite lavora su tutti quanti i piani dell’essere per portare prosperità. Porta fortuna sul lavoro, vi aiuta a lavorare nella direzione giusta affinché possiate stringere nuove e interessanti collaborazioni (anche dal punto di vista economico).

La calcopirite lavora sul sistema nervoso, promuove il pensiero logico, quello necessario per uscire da situazioni un po’ complicate o semplicemente essenziale per raggiungere gli obbiettivi che desideriamo. Allo stesso tempo questa pietra stimola la vostra sensibilità e generosità a venir fuori. Non vi porta a diventare “schiavi degli altri” ma semplicemente a saper essere generosi quando qualcuno vicino a voi ha bisogno di un vero aiuto (e non cerca di sfruttarvi!).

Una pietra che porta abbondanza anche sul livello mentale comunque, infatti fa accrescere molto la vostra autostima! Imparate ad attingere dalla vostra motivazione innata e a riconoscere gli schemi che seguendoli ogni volta, vi inducono in errore. Grazie alla calcopirite imparate a lasciar andar andare il dolore.

Nella tradizione cinese viene utilizzata nei trattamenti di agopuntura, in quella degli indiani d’America è di supporto a diverse cerimonie sacre.

Cura e manutenzione della calcopirite

Fate molta attenzione, perché non potete immergerla in acqua. Non potete nemmeno tenerla a contatto con la pelle perché il sudore la danneggia e la vostra pelle si irrita. Molto meglio perciò sopra una maglietta, in tasca o tenuta in un sacchettino di cotone. Chiaramente perciò NON DOVETE utilizzarla assolutamente per la realizzazione di elisir.


Lascia un commento