Cinabro: proprietà e usi in cristalloterapia

Il cinabro è un minerale ancora poco noto in Italia. Le ultime cave erano sul monte Amiata, in Toscana, sono state chiuse negli anni ’70. Il cinabro si forma a temperature inferiori ai 100°C, vicino ai vulcani. Ha una struttura cristallina trigonale. Il cinabro è di un bel colore rosso vermiglio per via del mercurio, il principale minerale di questa pietra. Il minerale è raro ma il cristallo lo è ancor di più. Si trovano soprattutto nello Hunan, in Cina.

Sicuramente avete sentito parlare del cinabro se siete degli appassionati di alchimia cinese o comunque di alchimia. Ha infatti la capacità di trasformarsi in mercurio. Ha un ruolo di primaria importanza in questo ambito, ma anche nel taoismo per quanto riguarda l’immortalità. Il cinabro, naturale e sintetizzato, veniva usato per realizzare il pigmento vermiglione.

Proprietà del cinabro in cristalloterapia

In cristalloterapia il cinabro viene utilizzato soprattutto per chi vuole promuovere il successo economico. C’è chi la tiene nel portafogli ma personalmente, vista la sua alta tossicità, ritengo che la sua collocazione più sicura sia per esempio in una cassaforte, magari avvolta in un tessuto naturale per evitare il contatto.

Potete altrimenti tenerla in casa, per esempio sopra una mensola, oppure in ufficio in un posto non alla portata dei bambini. Non dimenticatevi che contiene mercurio, sostanza tossica per il corpo. Non potete portarla a contatto con il corpo, nemmeno in tasca sciolta.

Le proprietà del cinabro sono comunque diverse. Vediamole velocemente!

  • Aumenta la forza di volontà, perciò la grinta per raggiungere i propri obiettivi e desideri
  • E’ una pietra che promuove la dignità e l’amor proprio
  • Questa pietra è ottima per chi deve promuovere l’eloquenza.
  • Aiuta a riconoscere subito gli ostacoli e superarli
  • Insegna a non rispondere ai comportamenti aggressivi, fatti solo per danneggiare il prossimo.
  • Rende più semplici i rapporti con dipendenti, colleghi e lavoro. Aumenta la fiducia.
  • Elimina i blocchi emotivi
  • Aiuta a tenere lontane le influenze astrali negative
  • A livello fisico migliora la circolazione del sangue e purifica il sangue. Tuttavia ricordatevi che non potete lavorarci a contatto con la pelle.
  • Elimina le vertigini
  • Rinforza l’ossatura scheletrica
  • Aiuta a ricercare il senso di disciplina dentro di se.

Per pulirla invece, non va bene l’acqua. Potete intervenire con il Reiki (anche il fiamma viola va bene), senza toccarlo. Va bene anche a riposo su una bella drusa di ametista o di quarzo ialino.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 3,00 di 5 )
Loading...

Lascia un commento