Curiosità sui cristalli

Cosa sono le pietre preziose e le gemme?

Le pietre preziose sono considerate tali in base a dei parametri soggettivi. Alcune volte lo sono a livello mondiale, come il diamante, lo smeraldo o il rubino. Altre volte si tratta di gusti personali. Se, come abbiamo visto negli articoli precedenti riguardo ai minerali e i cristalli, questi due gruppi hanno caratteristiche ben distinte, le pietre preziose non si basano su concetti altrettanto solidi.

Diciamo comunque che è una pietra preziosa, quella pietra dalla quale è possibile ottenere una gemma. La gemma è un minerale tagliato e rifinito, usato tanto in gioielleria. Durezza e rarità sono due parametri non proprio sicuri. Il secondo poi, può cambiare davvero tanto in base all’epoca di riferimento!

Tuttavia una pietra è considerata preziosa più è brillante, rara, trasparente, lucente. La pietra viene tagliata e lucidata così da renderla più bella, ed ecco che si parla di gemma. Sono gemme ad esempio il quarzo rosa, il lapislazzuli, il turchese, l’ematite. Sono considerate gemme anche le perle, il corallo e l’avorio, tutti e tre di origine animale. Ma anche l’ambra, che è di origine vegetale.

Quando si parla di pietre preziose e gemme quindi, non ci riferiamo a delle specie di minerali, ma piuttosto a delle caratteristiche di lavorazione e ottiche.

Le gemme possono essere lavorate in molti modi. Alcune ad esempio sono tagliate a facce piane, altre a cabochon. Le gemme trasparenti sono più adatte per il taglio a facce piane, mentre quelle opache al taglio a cabochon. Si tratta comunque di una regola indicativa e non fissa.

Il taglio a cabochon ad esempio valorizza le pietre predisposte a fenomeni come l’asterismo, il gatteggiamento, l’opalescenza e l’adularescenza. Considerate che solo i diamanti possono essere tagliati in 40 modi diversi!

Le pietre più usate per realizzare le gemme sono: il diamante, lo zaffiro, il rubino, l’ametista, il berillo, l’acquamarina, l’alessandrite, il cristallo di rocca, la giada, il lapislazzuli, l’opale, lo smeraldo, il turchese, il topazio, la tormalina, la labradorite.

Moltissime persone amano collezionare gemme. Purtroppo però, è facile cadere in qualche imitazione. Ci sono poi le gemme sintetiche, che hanno le stesse proprietà chimico-fisiche ma non la stessa origine. Costano molto meno proprio perché riproducibili.


Lascia un commento