Crisopale: proprietà e usi in cristalloterapia

L’opale azzurro è conosciuto anche come crisopale oppure opale azzurro delle Ande. Assume questa colorazione verde-azzurra per la sua predominanza di rame. Come tutte le altre opali ha in sistema cristallino amorfo. Potete lavorarci sul quinto e sul sesto chakra.

Proprietà del crisopale

L’opale azzurro a livello spirituale stimola l’entusiasmo, ma anche la voglia di far nuove esperienze. Ci spinge ad osservare le cose belle intorno a noi. Indossandola costantemente riusciamo a vivere meglio, sperimentando le cose. Un bel sostegno nei periodi di lutto. Aiuta ad allontanare l’angoscia e ci rende liberi dai sentimenti che ci hanno impedito fino a oggi di andare avanti. A livello fisico, lavora con il fegato e i reni. Aiuta ad abbassare la febbre.

Come si usa?

E’ difficile trovare l’opale azzurro delle Ande montata in un ciondolo o un bracciale. Perciò di solito la scelta maggiormente adottata è quella di tenerla in tasca oppure in un sacchetto di fibra naturale da appendere al collo. Potete dormirci insieme, inserendola nel cuscino. Ottima anche in meditazione oppure durante i trattamenti Reiki.

Il crisopale è una pietra che ama molto il contatto con l’acqua. Perciò potete lasciarla immersa a lungo. Non ama per niente il sole invece, che rende i suoi colori molto più spenti. Non usate il sale per la pulizia. Quando volete ricaricarla usate il Reiki o la fiamma viola, ancora altrimenti potete farla riposare su un cristallo di rocca o una drusa di ametista.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento