Eudialite: benefici e usi in cristalloterapia

L’eudialite è una pietra rosso magenta con delle venature bianche e nere. Potete usarla per lavorare sul secondo chakra, il centro dell’energia sessuale. Il suo sistema cristallino è trigonale e appartiene alla famiglia dei silicati. Non è una pietra molto nota in cristalloterapia, sono altre le pietre rosse maggiormente utilizzate.

Lavora soprattutto sull’energia sessuale fisica, stimolandola. Interviene quindi nei problemi che riguardano questa sfera della vita, aiuta a superare traumi.

Grazie all’eudialite è possibile fare un profondo lavoro introspettivo per riconoscere e accettare le debolezze. Spesso cerchiamo di ignorarle e nasconderle agli altri ma fanno parte di noi e solo accettandole è possibile conviverci senza lasciarci sopraffare da loro nel momento critico. Quando sappiamo quali sono i nostri punti deboli, li accettiamo e non abbiamo paura ad ammetterli, riusciamo anche a chiedere aiuto e delegare ad altri quello in cui non siamo capaci.

Tutto questo porta in un certo senso a resettare la vita e ripartire. Più consapevoli di noi stessi, pronti anche ad accettare gli errori e imparare da loro. Permette di superare quelle resistenze che facciamo verso la nostra personale crescita.

Sul piano emotivo permette di elaborare l’ansia, il dolore e il lutto. Può esservi perciò di aiuto se state affrontando una di queste situazioni. A livello fisico il suo effetto più grande è quello di aiutarci a riprendere le energie, dopo che a causa di un intenso sforzo fisico le abbiamo esaurite.

Si può pulire questa pietra immergendola in acqua NON salata, intervenendovi con il Reiki (anche il fiamma viola) oppure posizionandola su una drusa di ametista o di cristallo di rocca. Non è una pietra che accetta i bagni di sole diretti.

Potete indossarla montata su collane, bracciali o ciondoli. La notte invece non è consigliata perché può provocare una certa difficoltà a dormire.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento