Spiritualità ed energia

Cos’è davvero il Feng Shui?

Un po’ di tempo fa ho parlato del collegamento che c’è tra la cristalloterapia e il feng shui. Oggi invece, desidero dedicare questo post al feng shui, per spiegare cos’è davvero e come può aiutarci a vivere bene. Si perché non un tipo di arredamento orientale confortevole. O meglio, l’arredamento rientra in questa disciplina ma non la rappresenta e soprattutto ha alla base concetti ben diversi da quelli che noi siamo abituati ad abbracciare. Feng Shui vuol dire letteralmente Vento e Acqua. Proprio perché è una disciplina che si basa sul mutamento continuo.

Storia del Feng Shui

Partiamo con un po’ di storia del Feng Shui. Come già potete immaginare si è sviluppata qualche millennio fa in Cina, parte del Taoismo (al quale dedicherò comunque il prossimo articolo). Sappiate che Feng Shui non può essere studiato ignorando il Taoismo. I concetti di questa disciplina devono essere studiati o meglio, compresi e assorbiti. Grazie a lui possiamo vedere come le cose semplici sono le più importanti e purtroppo, anche le più sottovalutate, specialmente da noi occidentali che cerchiamo sempre la strada più difficile per raggiungere un risultato e, quando ci mettiamo troppo tempo, viviamo nell’amarezza.

Quando ci si avvicina al feng shui dobbiamo accettare che tutto cambia, sempre. La vita è come l’acqua, deve essere libera di fluire. Solo così è forte e vigorosa.  Se lo capiamo, se ci avviciniamo a queste forze e ne capiamo la direzione, tanto più saremo capaci di essere felici e star bene.

Il feng shui non è organizzato in testi canonici e non c’è una dottrina unica. Anzi. Esistono molte scuole che hanno sviluppato ognuna le proprie regole. Alla base troviamo comunque il mutamento, il Ch’i e lo Yin e lo Yang. Lo yin è il principio femminile, lo yang quello maschile. Ancora troviamo collegato alla filosofia del feng shui anche l’I Ching.

Ha delle origini molto incerte ma una cosa è certa, sono antiche. Pensate che sono state scoperte tombe del Neolitico che seguono i principi della costruzione Feng Shui.  Qualcuno attribuisce la conoscenza dell’arte a Du Hsi e Huang Di, due sovrani mitici della Cina. I secoli precedenti agli imperatori della Dinastia Qui, veniva chiamato Ka Nyu, che significa studio della Terra. Era un’arte divinatoria riservata a politici e militari.

Cos’è quindi il Feng Shui?

Il feng shui racchiude il concetto dell’effetto che l’ambiente ha sugli esseri umani. Un po’ come quando entrando in un’abitazione sentite subito senso di disagio o di familiarità. Sono solo due esempi perché le sensazioni che possono farci avere un luogo sono talmente tante, con così tante sfumature, che è impossibile descriverle. Una stanza può farvi sentire più tesi, un’altra più riflessivi. Un’altra ancora concentrati oppure confusi. Anche occupare un posto invece che un altro nella stessa stanza può influire chi siete, o meglio, come vi sentite di essere.

Conoscere tutto questo ci permette di sfruttare la cosa, l’ambiente può diventare un alleato invece che qualcosa capace di sottometterci alla sua volontà. Gli ambienti dove si vive e dove si lavora possono perciò essere utilizzati come uno strumento utile capaci di guidarci. La vita diventa più produttiva e raggiungere gli obiettivi richiede molto meno sforzo.

Quindi non è corretto dire che il feng shui rende una casa accogliente e confortevole. E’ vero, lo fa, ma solo come una delle tante cose a cui serve. Attraverso il posizionamento degli accessi e delle aperture, il tipo di percorsi, le forme, i colori e i materialo utilizzati, diventiamo persone più consapevoli delle emozioni e dei pensieri. Non è stato pensato solo per la progettazione di una casa. Pensate infatti che veniva usato per realizzare intere città o quartieri.

Come portare il feng shui in casa nostra

Il feng shui è tutto questo, ma anche molto di più in realtà. E’ difficile aderire completamente alla filosofia ma ci sono piccole cose che possiamo fare. Ecco qui sotto qualche suggerimento per portare il feng shui nelle nostre vite!

1. Ordine

Nel feng shui è molto importante avere tutto in ordine e soprattutto, liberarsi di ciò che non ci serve davvero. Quando si accumulano oggetti è normale avere una casa meno ordinata. Inoltre, accumulare molti oggetti non permette alle energie di fluire in modo libero e anzi, si stazionano negativamente. Non solo l’ordine, ma anche la pulizia. Una casa pulita porta prosperità nella vita.

2. Buona disposizione dei mobili

E’ risaputo che il feng shui comprende anche la giusta disposizione dei mobili. Potete per esempio posizionare il divano verso la porta di entrata. Dovrebbe però essere anche posizionato con lo schienale a ridosso della parete, come senso di protezione.

Il letto per esempio non deve trovarsi davanti alla porta, ma anzi abbastanza lontana. In questo modo non impedisce di addormentarsi in modo rilassato. In camera da letto gli specchi non devono essere visibili, sempre per non ostacolare il sonno. Per questo l’ideale è metterlo in un’anta dell’armadio. La cucina deve essere bella ordinata, con la porta non alle spalle della cucina. Questo dona un senso di tranquillità.

3. Forme, materiali e colori

Le forme sono fluide e arrotondate. Meglio evitare gli spigoli. Per quanto riguarda i colori invece, è bene prestare attenzione alla tinteggiatura della casa. Scegliete un colore per ogni stanza, che sia idoneo. Il rosso o l’arancione vanno bene in salotto, perché stimolano la conversazione. Il verde e il blu invece sono adatti per la camera da letto perché portano relax. Il rosa sempre per la camera va bene, perché stimola la passione. Per la cucina è ideale il giallo visto che stimola l’appetito.

Preferite sempre materiali naturali come i metalli, la pietra o il legno. Evitate se potete la plastica.

4. Illuminazione

Molto importante è anche l’illuminazione. Le finestre devono essere abbastanza grandi da far entrare bene la luce durante tutta la giornata. Se avete finestre che buttano sulla strada trafficata, attenzione che non compromettano l’armonia. Se volete le tende, sceglietele chiare e che permettano alla luce naturale di entrare.

5. Giardino

Un buon giardino deve essere sempre ben curato e bello in ordine. Lo stesso vale in realtà anche per le piante in casa o sul balcone. Quando il verde di casa è poco curato, le energie scorrono male. Sono favorite le emozioni negative.

 

 

 

 

 

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 3,00 di 5 )
Loading...

Lascia un commento