Proprietà delle pietre

Morganite: proprietà e usi in cristalloterapia

La morganite è un berillo rosa, è legato al chakra del cuore. Si forma grazie al processo litogenetico primario ed ha un sistema cristallino esagonale. Questo berillo rosa si forma grazie alla presenza di litio e manganese. A livello storico le informazioni su di lei non ci sono, anche perché dobbiamo ricordarci che questa pietra è stata scoperta solo di recente in California. Si trova in commercio in una tonalità piuttosto pallida. Può avere anche delle sfumature viola o color salmone. Le tipologie più rare sono quelle che presentano il gatteggiamento.

berillo-rosa

A chi è rivolta la morganite?

Il berillo rosa è una pietra perfetta per coloro che non si arrendano davanti alle difficoltà pur d’inseguire i propri sogni. Anzi, cercano di ottimizzare ogni momento della giornata, pur di riuscire a progredire. La morganite lavora in perfetta armonia con le persone pratiche, che un passo alla volta si avvicinano all’obbiettivo. Trattandosi di una pietra dal sistema cristallino esagonale, può essere utilizzata in questo senso anche all’altezza del terzo chakra. Dal punto di vista cromatico invece, lavora con il chakra del cuore.

Questa stupenda pietra rosa tuttavia, la consiglio vivamente anche a coloro che hanno bisogno di liberare il cuore da qualche peso. Le sue vibrazioni infatti insegnano che la vera felicità sta nelle piccole cose. Riesce a purificare il corpo, ad allontanare stress e ansia. Va indossata per ottenere una maggior consapevolezza di quello che è il proprio piano divino qui sulla terra.

Proprietà della morganite

Secondo me la morganite va usata soprattutto per una questione energetica. E’ una pietra altamente spirituale e confermo nuovamente le proprietà appena citate. Incoraggia inoltre l’amore, aiuta ad attrarre quello vero e puro. Ma soprattutto porta sulla strada dell’amor proprio, base necessaria per imparare ad amare anche gli altri. Avvicina poi al divino, all’amore più alto e puro.

Corpo

A livello fisico la morganite lavora sempre sul cuore, aiutando a risolvere alcuni problemi di circolazione. Tuttavia viene utilizzata in cristalloterapia anche per trattare il sistema nervoso e lo stress. Sembra che, se utilizzato in combinazione con altri minerali, possa portare concreti benefici in caso di tubercolosi, enfisema e asma. Se portata all’altezza della gola sotto forma di ciondolo, aiuta anche a trattare le disfunzioni tiroidee e le vertigini.

Mente

Viene usata la morganite nel riequilibrio energetico del corpo, perché lavora in modo sorprendente su alcuni degli stati negativi predominanti dell’essere umano. Agisce sull’insoddisfazione, la rabbia, la paura, il risentimento. Riesce così ad alleviare anche lo stato ansioso e migliorare le relazioni con le altre persone.

Permette di aprire la mente e il cuore agli altri, offrendo così la possibilità unica di trovare finalmente l’anima gemella. E’ di sostegno anche in caso di perdite affettive. Riesce a interagire positivamente con il nostro modo di affrontare le persone e le situazioni. Ci aiuta a lasciare andare i vecchi schemi per abbracciare una maggiore libertà di movimento. La morganite insomma, è secondo me perfetta se in questo periodo vi sentite un po’ lontani dalla realtà e vi siete isolati, perché vi da la giusta energia di buttarvi di nuovo nel sociale con allegria e soprattutto con intelligenza.

Spirito

Come ho già detto la pietra di oggi rientra tra quelle estremamente spirituali, perciò l’impiego che preferisco è quello presente su questo piano. Va utilizzata per rendere più vero e sincero il collegamento con l’energia divina, grazie a lei riconosciamo finalmente noi stessi come un frammento dell’universo stesso.

Può aiutare a trovare nuovamente questa affinità se ad esempio, per un lutto, un trauma o comunque una situazione che ci ha fatto molto soffrire, abbiamo perso la fede nel divino e nei nostri simili.

Per ottenere tutti questi benefici, si può utilizzate la morganite in meditazione. Non sempre però abbiamo il tempo di praticare abbastanza a lungo da riflettere sulla nostra vita e così, può essere utile semplicemente indossarla come collana in modo tale che ci guidi e ci permetta di cogliere i piccoli segnali anche quando siamo impegnati nelle faccende di tutti i giorni.

Come usare la morganite

La morganite può essere utilizzata come semplice gioiello per ottenere la forza interiore. Quando viene usata a lungo, aumenta la fiducia in se stessi. L’utilizzo migliore è quello che ne facciamo durante la pratica meditativa, perché funziona da tramite per il nostro personale contatto con il Divino. Può essere posizionata anche sulla scrivania dove si lavora, perché aiuta a comunicare in modo equo, garantendo così la massima trasparenza tra noi e le persone con le quali entriamo in contatto.

In cristalloterapia viene usata anche da chi ad esempio deve superare dei disturbi alimentari. E’ considerato anche un eccellente talismano ad esempio per gli esploratori, chi va in cerca di avventura. Secondo il feng shui, posizionando questa pietra in casa, si riesce a portare un maggior calore nella famiglia.


Lascia un commento