Utilizzo delle pietre

Pietre per la memoria, quale scegliere?

Vi capita ogni tanto di essere distratti e di non ricordarvi cosa stavate per fare? Quando state seguendo una lezione, un meeting o dovete aggiornarvi su importanti questioni lavorative, tendete ad avere la testa tra le nuvole o dovete rileggere più volte le stesse cose prima di memorizzarle? Allora questo articolo penso che possa interessarvi 🙂

memoria

Oggi è davvero facile distrarsi e qualche pietra arriva in nostro soccorso per stimolare la memoria, la nostra capacità di porre attenzione alle questioni o l’apprendimento stesso. Ricordatevi che:

La vera arte della memoria è l’attenzione. Samuel Johnson

Nell’articolo di oggi vediamo quali pietre sono utili in base a qual è il vostro bisogno specifico. Dove possibile, trovate i link relativi agli articoli di approfondimento dei singoli cristalli!

Apprendimento

Per apprendere concetti importanti esistono vari stratagemmi. Prima di tutto dovete trovare un ambiente di studio che vi faccia sentire a vostro agio, dovete imparare ad utilizzare le mappe concettuali e soprattutto, trovare la giusta concentrazione. Per apprendere bene ad esempio tutto il materiale che vi serve per un esame avete bisogno di tante sessioni di studio, non potete dedicare solo pochi giorni alla vostra preparazione. Il rischio è quello di apprendere in modo incompleto o superficiale le cose.

L’apprendimento è un tesoro che seguirà il suo proprietario ovunque. Proverbio cinese

Le pietre che vi consiglio di utilizzare, potete indossarle come collana o bracciale, così come posizionarle sulla scrivania dove lavorate o studiate, sono l’ametista, il diamante, il cristallo di rocca e la fluorite. Lavorano sulla sfera mentale e vi danno la giusta spinta per impegnarvi a fondo, aumentando le vostre capacità di apprendere velocemente e bene le cose.

Attenzione

Imparate a stare attenti a ciò che gli altri vi dicono e dovrete spendere molto meno tempo a studiare e capire concetti che altrimenti avreste probabilmente già appreso semplicemente ascoltando da vero. Per molti è una qualità innata, per altri una meta molto lontana da raggiungere. Sono tante le persone perennemente con la testa tra le nuvole che non ascoltano realmente gli altri. Porre attenzione a ciò che dicono gli altri è anche una forma di rispetto, non dimenticatelo!

Nel momento in cui finalmente diamo attenzione a ogni cosa, anche un filo d’erba può diventare un misterioso, fantastico, indescrivibile magnifico mondo a sé. Henry Miller

In questo caso vi consiglio di provare con le boji, vi aiutano a rimanere con i piedi per terra, con la testa all’attimo che state vivendo. Molto utili anche il calcedonio dendritico e la variscite.

Autodeterminazione

Se volete sviluppare la vostra memoria dovete anche essere determinati, perché solo con la pratica costante riuscite ad apprendere in modo efficiente, prestare attenzione a ciò che gli altri dicono e concentrarvi. La determinazione vi porta anche a raggiungere importanti risultati, che spesso gli altri reputavano impossibili per voi.

Molti fallimenti nella vita sono di persone che non si rendono conto di quanto fossero vicine al successo quando hanno rinunciato. Thomas Edison

Le pietre che arrivano in vostro soccorso sono l’avventurina, il topazio, la sodalite, il turchese, l’avventurina e la pietra larimar.

Concentrazione

Quando siete a scuola o in ufficio state concentrati? Ascoltate cosa colleghi, professori, datori di lavoro o clienti vi dicono? Forse li sentite, magari rispondete, ma non avete ascoltato da vero. Tempo record 10 secondi avete dimenticato tutto. Molto spesso non è cattiveria, è solo stress, ansia. Vi è mai capitato di conoscere una persona, presentarvi e… non ricordarvi il suo nome immediatamente dopo che lo ha pronunciato?

In realtà eravate così presi a far bella figura, a pronunciare bene il vostro, a non cadere (etc, etc) che non avete fatto il minimo sforzo di concentrarvi e ascoltare l’altro. Bene, capita in moltissime situazioni. Dopo però, non sapete come comportarvi. Non vi ricordate più come dovevate svolgere quel preciso incarico o avete dimenticato la spiegazione del professore (qui spesso subentra la noia) a tal punto da fare il doppio della fatica quando dovete studiare a casa da soli.

Una delle più gravi cause del fallimento è la mancanza di concentrazione. Bruce Lee

Le pietre adatte sono l’ametista, l’agata, la lepidolite, l’onice, il quarzo affumicato, la blenda e lo zaffiro.

Memoria

Concludiamo con le pietre che stimolano la memoria. Quindi che racchiudono la vostra capacità di memorizzare le cose, concentrarvi, apprendere e porre attenzione a ciò che vi viene detto. Se volete ottenere tutti questi effetti positivi, allora vi consiglio d’indossare un ciondolo di fluorite o acquamarina. Dovete però impegnarvi, sforzarvi in prima persona.

 

4 Commenti

Lascia un commento