Curiosità sui cristalli

Pietre e nomi: quali sono i più comuni?

Ogni pietra ha il proprio nome, il proprio significato e qualche leggenda alle spalle. Alcuni di questi nomi però, sono diventati veri e propri nomi di battesimo. Basta pensare al nome Giada, diventato ormai molto utilizzato.

Si parla di nomi di battesimo è vero, tuttavia c’è una cosa da sottolineare. Oggi non so se è ancora così sinceramente, però fino a trent’anni fa era facile che i preti facessero resistenza davanti alla richiesta di un genitore di battezzare un figlio con il nome di una pietra o più in generale, con un nome non biblico. Poteva quindi essere richiesto di battezzarlo con un nome diverso, per poi segnare all’anagrafe il nome scelto (come quelli ispirati appunto dalle pietre).

Oggi probabilmente le cose sono cambiate, non lo so. Se state aspettando un bambino e volete dargli il nome di una pietra, e siete persone che desiderano battezzare i figli, potete pur sempre chiedere anticipatamente nella chiesa scelta cosa ne pensano! Detto questo, vediamo ora quali sono i nomi di pietre più usati e più gettonati!

Giada

Come dicevamo è diventato un nome molto gettonato, anche mia sorella si chiama così. In realtà lo è da diverso tempo. Ho parecchie amiche coetanee che lo portano ed effettivamente è davvero molto bello. Potete leggervi qui le proprietà della giada ma, oggi voglio parlarvi di altro. Sapevate che questo nome ha origini spagnole? Deriva infatti da jada, che si traduce in “fianco”. La giada infatti viene reputata una pietra capace di portare salute ai reni. E’ anche una pietra portafortuna davvero molto amata. E’ simbolo di tranquillità e ponderatezza. Dare questo nome a una bambina è di certo di buon augurio!

Ambra

Nome in uso sin dal Medioevo. Veniva dato alle figlie femmine per augurar loro una grande bellezza. Si pensava che le donne con questo nome avessero la pelle luminosa. A questa pietra/resina vengono attribuiti anche poteri molto interessanti, li abbiamo già visti nell’articolo dedicato all’ambra. Dal punto di vista simbolico comunque, resta una delle pietre che più di ogni altra incarna l’altruismo e i valori spirituali.

Agata

Forse meno usato degli altri, ma pur sempre un nome comune tra quelli scelti oggi dalle future mamme. Tra l’altro è anche una delle pietre per eccellenza da usare in gravidanza. Il nome agata deriva dalla parola greca Agathè, il quale ancora deriva da agathos e significa buono, virtuoso. Il nome è usato al femminile ovviamente 🙂 Secondo la tradizione buddista l’agata rende capaci di ascoltare davvero il prossimo.

Gemma

Anche il nome Gemma sta diventando via via sempre più utilizzato. Ancora una volta troviamo le radici etimologiche del nome nella lingua latina. La parola resta questa volta invariata e significa “bocciolo, germoglio”. Durante il medioevo è stata comunque vista come sinonimo di pietra preziosa. E’ simbolo della generosità.

Perla

Dopo Giada, Ambra, Agata e Gemma, il nome Perla è forse uno dei più usati e apprezzati dai genitori che scelgono di dare alle figlie il nome di una pietra. La perla è la pietra preziosa che si trova all’interno dell’ostrica e significa bella, preziosa. Di lei non ho ancora parlato in modo approfondito ma lo farò presto con un nuovo articolo!

Esmeralda

Senza dubbio poco utilizzato qui in Italia, ma resta comunque un nome di pietra (Smeralda) di grande fascino. E’ un nome ispanico ispirato appunto allo smeraldo, caratterizzato dal colore verde intenso. Simboleggia il risveglio della natura. E’ considerato nel buddismo uno dei sette tesori ed è la saggezza. Da adesso in poi vi accorgerete, si entra nei nomi di uso molto meno comune!

Altri nomi di pietre utilizzati

  • Ametista: il suo significato originale è “non ebbro”. Si ritiene infatti che una pietra d’ametista sul fondo di un bicchiere alcolico, permette di mantenere la lucidità. E’ molto amata comunque per il suo bellissimo colore viola, perciò usata largamente in gioielleria. Ha importanti proprietà anche in cristalloterapia. Non conosco nessuno che si chiama Ametista ma a quanto pare viene usato come nome di battesimo da alcuni genitori.
  • Coralia: nome poco diffuso ma molto affascinante. Se cercate un nome diverso dal solito, potrebbe fare al caso vostro! Deriva da corallo, viene usato per augurare alla bambina bellezza. Come ben saprete non si tratta davvero di una pietra, tuttavia è molto apprezzato in questo ambiente.
  • Diamante: forse è un po’ più utilizzato di Coralia e Ametista. Tuttavia è stato un nome piuttosto famoso durante il Medioevo. Era di buon augurio, perché proprio come la pietra del diamante è dotata di resistenza, preziosità e splendore, queste qualità erano augurate alla nascitura. In India è il simbolo dell’individuo illuminato.
  • Zaffira: deriva da zaffiro ed è di origine arabo-persiana. Significa pietra preziosa, ma anche splendente. In lingua ebraica sembra voler dire “la cosa più bella”.
  • Topazio: un nome poco conosciuto qui in Italia, questa pietra è invece molto apprezzata in gioielleria. In Europa e in India era considerato il simbolo del dominio sulla vita, l’auto-realizzazione. La pietra è sacra a Giove.

Lascia un commento

privacy policy