Utilizzo delle pietre

Purificare le pietre con l’argilla

Quello di purificare le pietre con l’argilla è un metodo che mi piace, molto di più della pulizia delle pietre con il sale, tanto utilizzata in cristalloterapia quanto poco benefica è per la salute stessa del cristallo Come vi avevo già accennato nell’articolo della scorsa settimana, quello dedicato appunto al sale, proseguo con il secondo post della serie che riguarda il purificare le pietre e il primo in sostituzione del metodo con il sale.

Non è uno dei miei metodi preferiti, ma non lo disprezzo. Mi sento di consigliarvi la pulizia dei cristalli con l’argilla perché in linea di massima non rovina la pietra e soprattutto, riproduce per alcune di essere un ambiente famigliare in quanto sono cresciute in strati argillosi. Potete lasciarle immerse nell’argilla o poggiarle sopra.

Come ogni metodo ha comunque i suoi pro e contro. Alcune pietre, come potrebbero essere la giada e l’opale, non stanno bene nell’argilla, nel sale o nella terra perché questi elementi le seccano. Per queste pietre l’ideale è l’immersione in sola acqua.

Come purificare le pietre con l’argilla

Prendete un vassoio, preferibilmente di coccio o vetro senza sopra disegni o scritte (deve essere ben asciutto) e posizionateci dentro le pietre che volete purificare. Cospargetele di argilla verde ventilata (la trovate in erboristeria) e lasciatela agire per tre ore. Dopo recuperate le pietre e sciacquatele per bene sotto acqua corrente fredda. Invece di buttare l’argilla, utilizzatela per le vostre piante.

Anche in questo caso sono da evitare pietre particolarmente porose perché l’argilla potrebbe depositarsi tra le fessure. Vi sconsiglio questo metodo anche con l’onice e la tormalina.

Se non volete immergere le pietre nell’argilla verde, potete posizionarle semplicemente sopra. In questo caso prolungate il tempo a 6/8 ore.

Questa purificazione è molto gentile, non cancella la memoria della pietra, ma assorbe semplicemente quelle energie negative che potrebbe aver assorbito durante il suo percorso.


Lascia un commento

privacy policy