Utilizzo delle pietre

Purificare le pietre a contatto con la terra

La terra purifica le pietre con grande delicatezza. E’ un buon metodo alternativo alla purificazione con il sale ad esempio, adatto a quasi tutte le pietre.
purificare le pietre con la terra
Posizionate una o più pietre sopra il terreno asciutto. L’ideale è in un giardino, ma anche i vasi vanno più che bene. Devono essere presenti anche delle piante sane e robuste, in modo tale che possano assorbire l’energia negativa della pietra e purificarla. Per le pulizie periodiche, lasciate la pietra solo alcune ore fino a quando non si è rigenerata per bene. Se invece ha bisogno di una purificazione profonda, lasciatela anche per due o tre giorni consecutivi.
Fate attenzione invece al discorso sole e luna. Pietre che non amano il calore intenso, dovrebbero essere posizionate in zone ombreggiate. Quasi tutte le pietre invece amano le energie lunari e quindi tenetene di conto e mettete le vostre pietre nel terreno, soprattutto la sera Valutate qual è il momento più propizio.
Non tutte le pietre traggono benefici con il contatto diretto con la terra. In questo caso, potete inserire i minerali in un tessuto. E’ un buon modo per proteggerle anche dai raggi del sole ma soprattutto dalle sostanze corrosive della terra che potrebbero sciuparle. Pietre che non devono star a contatto con la terra, almeno secondo la mia esperienza, sono: onice, malachite, selenite, turchese, opale di fuoco, azzurrite, calcedonio, celestina, fluorite, crisocolla.

Lascia un commento

privacy policy