Quarzo Golden Healer, il guaritore dorato

Viene chiamato in molti modi. Quarzo Golden Healer, quarzo ematoide, il guaritore dorato, quarzo di Tangeri… sono per me tutti nomi che ispirano una certa reverenza. Appartiene alla famiglia dei quarzi ed è caratterizzato da un sistema cristallino trigonale. E’ una bella pietra prevalentemente trasparente ma ha diverse sfumature che possono andare dal giallo dorato all’arancione dorato. Quando predomina l’arancione è collegato al secondo chakra, quando predomina il trasparente, al settimo chakra.

Proprietà del quarzo golden healer

Il quarzo golden healer viene utilizzato da chi desidera viaggiare a ritroso nel tempo o entrare in altre dimensioni. E’ una pietra fortemente spirituale ma senza però indurre a una perdita di contatto con la realtà. Riequilibra mente e spirito, inducendo la persona a seguire la strada dell’Anima.

Stimola la mente, aiuta a intraprendere scelte coraggiose che spaventano. Porta a una migliore concentrazione e a liberarsi da tutte quelle scelte effettuate solo perché ritenute convenienti, idonee al momento. Aiuta ad attingere all’energia mentale, spirituale e fisica.

Il quarzo ematoide dona calma. Per questo motivo è consigliato a tutti coloro che soffrono di ansia e anche di attacchi di panico. Il lavoro introspettivo non è infatti prepotente, ma estremamente dolce. Permette di entrare dentro di sé con tatto, così da comprendersi e indagare a fondo nella propria psiche.

A livello spirituale aiuta a riconnettersi con la Divinità, con l’Uno. E’ richiesto un grande lavoro ma può rivelarsi un minerale fondamentale. Si può usare per trattare i sette chakra e l’aura così da rimuovere i vari blocchi energetici. Interviene su quelle energie che sono bloccate dentro di noi.

Aiuta ad affrontare i traumi che abbiamo sepolto nel subconscio, a comprenderci meglio senza cadere nell’errore di giudicare e criticare. Permette di analizzare le cose da un’ottica molto più elevata. In poche parole il quarzo golden healer insegna a perdonare sia noi stessi che gli altri.

Come usarla

Dicono che è possibile impiegarla per la realizzazione degli elisir. Mai usata in questo senso, vi consiglio perciò d’informarvi da chi prepara elisir con i minerali. Possiamo portarla con noi, tenendola appesa al collo oppure in tasca. Difficilmente si trova montata su gioielli come ciondoli e bracciali ma non è impossibile. Possiamo metterla sotto il cuscino se desideriamo usarla per ricordare meglio i sogni. Non è detto però che sia adatta, qualcuno infatti non riesce a dormire bene con lei vicina.

Fisicamente di pulisce con acqua corrente, energeticamente con il Reiki, anche il fiamma viola va benissimo. Altrimenti si può mettere a riposo su una bella drusa. Può stare anche a contatto con la luce diretta, ma non nelle ore di punta.

 

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento