Curiosità sui cristalli

Quarzo, tutte le più importanti tipologie

Esistono molti diversi tipi di quarzo. Ho già parlato singolarmente di ognuno di loro qui sul blog. Oggi voglio parlarvi di questo minerale in modo un po’ più approfondito. A fine articolo trovate l’elenco completo delle varietà!

Il quarzo è diossido di silicio. Dopo i feldspati è il secondo minerale più abbondante sulla terra. Pensate che rappresenta il 12% del volume della crosta terrestre. Viene usato in molti ambiti oltre la cristalloterapia. Per la sua piroelettricità viene usato (specialmente il cristallo di rocca) negli oscillatori a quarzo, impiegati per esempio negli orologi al quarzo, per la radio e quasi tutti quanti gli apparecchi digitali.

Il quarzo viene usato per i rivestimenti e le pavimentazioni, per realizzare apparecchi ottici scientifici ma anche per creare i bulbi delle lampade alogene. Un utilizzo molto comune ma spesso ignorato è che il quarzo viene ridotto in sabbia finissima e usato come materia prima per produrre il vetro.

Il quarzo possiede una struttura cristallina trigonale. Possiede una durezza pari a 7  sulla scala di Mohs. Lo si trova spesso nelle rocce magmatiche intrusive a carattere acido, conosciute come rocce sialiche. Una delle più note è il granito. Si trova in abbondanza anche nelle rocce sedimentarie. Trattandosi del secondo minerale più comune, lo si trova in natura in un gran numero di varietà, come vedremo tra poco.

Storia del quarzo

Nell’antica Grecia il quarzo era chiamato cristallo, che si traduce poi in ghiaccio. Credevano si trattasse di un ghiaccio tanto freddo da non poter essere disciolto. Questa credenza derivava sia dalla sensazione di freddo emanata tenendolo in mano, sia dalla sua struttura in apparenza esagonale, simile a quella dei fiocchi di neve.

Particolarmente famosa era invece l’ametista. La leggenda vuole che fosse una ninfa di Diana a portare questo nome, la quale fosse molto legata al concetto di castità. Si invaghì di lei Bacco mentre era ubriaco, il quale la voleva a ogni costo e iniziò a inseguirla. La ninfa chiese aiuto a Diana e lei per proteggere la sua castità la trasformò in un cristallo di quarzo. A questo punto esistono due versioni. La prima vede Bacco pieno d’ira scagliare il calice di vino sulla pietra, la quale prese il colore viola. La seconda, vede Bacco commosso una volta rinsavito dalla sbornia, che decise di dare alla ninfa il colore del vino ma anche la proprietà di impedire agli uomini di cadere negli eccessi delle ubriacature.

Pensate che sette delle dodici gemme del Razionale, il pettorale sacro portato dagli antichi sacerdoti ebrei, erano quarzi. Un altro riferimento tipico al quarzo è la sfera di cristallo, usata dai maghi per vedere il futuro. Tale origine è riconducibile alla Cina.

Tipi di quarzo

1. Cristallo di rocca

Il cristallo di rocca veniva utilizzato dai Maya per potenziare i loro rituali. Gli aborigeni australiani credevano di poter accingere ai loro poteri attraverso lui. In cristalloterapia viene usato perché amplia ogni tipo di energia. Viene utilizzato per bloccare i chakra e purificare l’aura. I maggiori giacimenti si trovano in Messico, Russia, Brasile, Canada, Usa, Uruguay, Germania e India.

2. Quarzo rosa

Il quarzo rosa, secondo una leggenda greca, venne donato dal dio Eros agli uomini. Alcuni dei quarzi più antichi sono stati trovati in Mesopotamia. Gli Assiri usavano queste pietre per la realizzazione di gioielli molto belli, sia per fini esoterici che estetici. E’ considerata la pietra della fertilità e dell’amore puro. Lavora sul chakra del cuore e permette di affrontare in modo diretto i problemi della vita.

3. Ametista

L’ametista in cristalloterapia è una delle pietre più utilizzate, specialmente perché consente di lavorare molto bene sul sesto chakra. Si dice che, mettendo un’ametista in un bicchiere di alcol, si evitano gli effetti indesiderati della sbornia. Indossatela se desiderate vedere i problemi della vita nella giusta prospettiva. Invita a seguire uno stile di vita sobrio. Veniva usata già nel 3.000 a.C per la creazione dei gioielli. I suoi cristalli si trovano soprattutto all’interno dei geodi che si sviluppano nelle rocce basaltiche.

4. Quarzo citrino

Il quarzo citrino è il quarzo giallo. Tale colore deriva dalla presenza di impurezze di ferro trivalente. E’ abbastanza raro trovarlo. Purtroppo però è facile da trovare in commercio perché si tratta di ametista trattata. Si tratta di una pietra che attrae più di ogni altra positività nella vita di chi la indossa. Viene spesso usato con l’ametista per equilibrare le energie del corpo. Si dice che attira denaro e supporta infatti l’attività imprenditoriale. Potete mettere un piccolo citrino nel portafogli per attirare soldi nella vostra vita.

5. Ametrino

L’ametrino è un cristallo composto da ametista e citrino. Una pietra di rara bellezza particolarmente apprezzata in cristalloterapia. Se queste due pietre possono essere usate insieme per equilibrare le energie del corpo, è naturale che l’ametrino può sortire un effetto uguale. Non solo, funziona anche da amplificatore e viene usato per sciogliere i blocchi. Scioglie la tensione e rende più creativi.

6. Calcedonio

Esistono molti differenti tipi di calcedonio e nella cristalloterapia le proprietà variano in base al colore. Il termine calcedonio viene utilizzato per indicare i quarzo in massa compatta di silice microcristallina con una tessitura fibrosa. E’ stato a lungo usato per realizzare ornamenti. Molto famoso il calcedonio blu, ma anche il calcedonio dendritico, il calcedonio rosa, il calcedonio rosso e il calcedonio ramato.

7. Agata

Varietà compatta e fibrosa di quarzo. In passato l’agata veniva usata quando presenti le linee parallele, per realizzare talismani protettivi. Ancora oggi in alcune parti del mondo ai neonati viene regalato il ciondolo di agata per augurargli fortuna. Se al suo interno contiene cristallo di rocca, vi aiuta a rafforzare molto la memoria. A livello spirituale aiuta a comprendersi meglio. Alcune varietà di agate famose sono: agata arborizzata, agata occhio di shivaAgata muschiata, agata del botswana e agata blu.

8. Crisoprasio

Il crisoprasio una varietà di calcedonio di colore verde a causa del nichel e dei sali idrati. Viene associato sia al chakra del cuore sia al chakra della gola. E’ adatto alle persone pratiche, che non amano complicarsi la vita con delle sciocchezze. Tuttavia, se tendete ad essere un po’ rigidi e non riuscite a lasciarvi andare davanti al cambiamento, può aiutarvi a smorzare un po’ questo lato del vostro carattere.

9. Onice

Esistono diverse varietà di onice. Una delle più comuni è l’onice nera. Viene caratterizzata dalle striature bianche. Si trova in Brasile, Messico e non solo. E’ l’onice silicea. Il secondo tipo è l’onice calcarea, conosciuta anche come onice egiziana. E’ di colore bruno. L’onice è una varietà di calcedonio. Quella nera ha diverse proprietà interessanti. Può essere usata per le malattie che riguardano l’orecchio ma anche per rafforzare il sistema immunitario. Ci permette di entrare in sintonia con le altre persone.

10. Corniola

La corniola è una varietà di calcedonio. E’ di colore rosso arancio per la presenza di ossidi di ferro. Quando è più chiara, ci sono invece gli idrossidi di ferro. Le varietà più scure sono le più pregiate, ecco perché quelle più chiare vengono riscaldate per ottenere colorazioni più intense. In cristalloterapia viene molto utilizzata per il trattamento del secondo chakra. Protegge dalle energie negative, aiuta a mantenere il contatto con la realtà.

11. Quarzo latteo

Il quarzo latteo è un tipo di quarzo dal bianco simile a quello del latte o di una nuvola. Sono le inclusioni delle bolle liquide a conferire questo bel colore. Un’ottima alleata quando si tratta di meditare e di rilassarsi un po’, specialmente durante i periodi della vita particolarmente stressanti.

12. Quarzo fumè

Un quarzo molto particolare il fumè, caratterizzato da quel colore grigio più o meno intenso. E’ conosciuto anche con il nome di quarzo affumicato. Alcune volte il suo colore è talmente tenue che può essere scambiato per un quarzo ialino. Viene usato in cristalloterapia per allontanare le paure e attirare invece le energie positive. Nel radicamento aiuta a scaricare a terra le energie negative in modo che vengano convertite in energia positiva.

13. Diaspro

Il diaspro è un tipo di calcedonio opaco a causa delle impurità. Il diaspro rosso è quello più noto in cristalloterapia, in passato veniva venerato come pietra sacra. Lavora perfettamente con il primo chakra e stimola la kundalini. Viene consigliata a chi ha bisogno di ribellarsi alle pressioni esterne, anche solo psicologiche. A coloro che cercano di controllare la nostra vita.

14. Eliotropio

L’eliotropio è un calcedonio opaco verde scuro con delle chiazze di ferro che conferisce il colore rosso sangue. In passato credevano che questa pietra riflettesse il sole. Usatela se desiderate mantenere elevata la concentrazione, ridurre l’aggressività e affrontare in modo più rilassato le difficoltà e i periodi impegnativi. Armonizza un po’ tutti i chakra, in particolar modo il primo, quello posto alla base della spina dorsale.

15. Avventurina

L’avventurina è una varietà di calcedonio. E’ spesso considerata una pietra da taglio di pregio. Viene estratta soprattutto in Russia, Cina, Brasile e India. L’avventurina verde è nota per le sue ottime proprietà nei confronti dei problemi che riguardano l’epidermide. Aiuta a diventare più pazienti, migliora l’autostima. Dona consapevolezza e aiuta a mettere tutto l’amore possibile nei traguardi che si vogliono raggiungere.

16. Occhio di tigre

L’occhio di tigre ha una struttura fibrosa. Ha un effetto molto particolare conosciuto come gatteggiamento. Questa bella pietra secondo le credenze comuni ha il potere di tenere lontani gli spiriti maligni e di attirare il denaro. Offre un pensiero più chiaro, dona sicurezza in se stessi e a livello spirituale si dice che aiuta a raggiungere l’illuminazione. Potete utilizzarla se lavorate sul vostro primo chakra e volete stimolare la kundalini.

17. Occhio di gatto

L’occhio di gatto è una pietra poco conosciuta in cristalloterapia, specialmente se messa a confronto con quella molto più nota, l’occhio di tigre. E’ una pietra di colore grigio e al suo interno ha una striatura più scura, ricorda infatti l’occhio del felino. Utile per il radicamento a terra. Rende molto più intuitivi e consapevoli.

18. Occhio di falco

L’occhio di falco è un quarzo dal sistema trigonale. E’ una pietra dal colore blu scuro, dall’effetto molto simile a quello dell’occhio di tigre. In cristalloterapia viene usata proprio perché protegge gli occhi ma anche per tenere lontane le influenze negative. Nell’Antico Egitto veniva associata ad Horus. Veniva usata per lavorare a livello vibrazionale la dove c’era il problema o la malattia.

19. Quarzo rutilato

Conosciuto come quarzo rutilato perché al suo interno c’è il rutilo, cioè il biossido di titanio. Questa varietà di quarzo è in realtà nota anche con il nome di sagenite. E’ un minerale raro, apprezzato nel campo delle pietre preziose per la sua capacità di riflettere la luce. Le inclusioni aghiformi possono essere rosse, verdi, grigie, oro o argento. Si forma per processo idrotermale e le principali miniere di estrazione sono il Brasile, il Madagascar, gli Stati Uniti e la Norvegia. Veniva usato per lavorare sul plesso solare. In cristalloterapia viene usata per promuovere la concentrazione. Può essere di grande aiuto anche per bloccare le energie negative.

20. Quarzo tormalinato

Il quarzo tormalinato è un quarzo ialino con dentro la tormalina nera. Il cristallo di rocca in pratica va ad amplificare il potere della tormalina, un po’ come se fosse una lente di ingrandimento. E’ eccellente per esempio come pietra per la protezione psichica. Potete sfruttarla per pulire il campo aurico e come se fosse uno scudo.

21. Quarzo dendritico

Infine, eccomi qui a parlarvi del quarzo dendriticoE’ una varietà di calcedonio conosciuta da tempi antichi per le sue eccellenti proprietà purificatrici. Aiuta ad allontanarsi dai condizionamenti esterni, ad ascoltare di più noi stessi e camminare sulla via della ricerca e della conoscenza.

 

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 5,00 di 5 )
Loading...

Lascia un commento