Radicamento, le migliori pietre da utilizzare!

Oggi parliamo di radicamento. Cosa significa radicarsi a terra? Quali sono le pietre che possono aiutarci durante questa pratica?

Prima di tutto, l’introduzione per spiegare di cosa si tratta e come si mette in pratica. Il radicamento in pratica ci permette di collegarci alla Madre Terra. Possono esistere tantissime varianti di questa tecnica, visto che ognuno può alla fine scegliere di modificarla come meglio crede per adattarla alla propria persona.

I benefici sono numerosi, il primo tra tutti è il fatto che ci riequilibriamo, scarichiamo a terra le energie negative che si sono accumulate in modo che sia lei a riciclarle in energia neutra. E’ considerata una potente pratica rigenerativa sia per la mente, per il corpo e per lo spirito. Riduce lo stress, aumenta la consapevolezza e permette di chiarire i pensieri.

Nonostante i suoi grandi benefici, viene spesso sottovalutata e messa in secondo piano ad altre tecniche come la meditazione. Dovremmo praticarlo tutte le mattine, prima di iniziare con qualsiasi altra attività. E’ una tecnica da usare al momento del bisogno, specialmente quando c’è da prendere una decisione importante, se stiamo vivendo un momento di grande confusione o se semplicemente, dobbiamo affrontare qualcosa o qualcuno.

Come si fa il radicamento?

Il miglior modo per praticarlo è andare in uno spazio aperto, a contatto con la terra. Durante tutta la pratica potete stare seduti oppure in piedi. Come preferite voi. Se state in piedi dovete visualizzare che le radici escono dai piedi. Se state seduti, dalla base della spina dorsale, dove si trova il primo chakra. Iniziate con un po’ di respirazione consapevole fino a quando non siete completamente rilassati.

Scaricate a terra tutte quante le vostre emozioni negative e lasciate che sia la terra ad assorbirle. Visualizzate le radici che scendono in profondità nel terreno, velocemente o lentamente. Dopo aver scaricato energia, assorbitene di nuova, questa volta positiva! Bastano 10 minuti di radicamento ogni giorno per ottenere un grande aiuto dalla terra!

Lasciati aiutare dalle pietre!

Come sempre le pietre possono arrivare il vostro soccorso. Quelle più adatte hanno i colori che vibrano con le energie terrene, come le pietre rosse e le pietre nere.

  • Calcedonio rosso: è una pietra vitale. Vi aiuta a lasciar andare ciò di cui non avete più bisogno per assorbire poi energia positiva.
  • Corniola: tenetene due tra le mani durante il radicamento. Vi aiuterà a mantenere la concentrazione per tutta la pratica e a sintonizzarvi con le energie terrene.
  • Diaspro rossousatela se desiderate che il radicamento vi porti benefici soprattutto a livello fisico. E’ una pietra che rafforza l’organismo.
  • Ematite: è la pietra perfetta per il radicamento. Vi aiuta a connettervi con la terra, con le vostre radici. Chiarisce anche alcuni punti in sospeso della vostra vita, vi permette di capire per quali cose è bene andare avanti.
  • Opale di fuocoè una pietra molto energica, lavora sui due chakra bassi in modo ottimale. Potrebbe piacervi come no in meditazione, dipende molto dal vostro temperamento. Se siete già persone molto attive, potreste aver difficoltà a radicarvi con lei tra le mani.
  • Mochi Balls: sono le pietre degli sciamani. Una dotata di energia maschile, una femminile. Tenetele tra le mani durante il radicamento. Aiutano a superare le paure radicate a fondo nella cultura.
  • Tormalina nera: è collegata con il primo chakra e all’elemento terra. Aiuta a far scorrere più velocemente l’energia.
  • Onice nera: questa pietra è legata all’istinto di sopravvivenza e nella pratica del radicamento è perfetta in quanto ci aiuta a ritrovare un contatto con i nostri antenati.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento