Come fare Reiki sui cibi

Per poter fare Reiki sui cibi dovete prima di tutto aver ottenuto l’attivazione Reiki. Dovete sapere infatti che il cibo che ogni giorno usiamo per il nostro nutrimento può essere energizzato grazie al trattamento Reiki. In pratica, tramite l’imposizione delle mani, andiamo a caricare il cibo dell’Energia Universale.

reiki sui cibi

Il Reiki non va in alcun modo a modificare la struttura del cibo, ma spiritualizza la materia. E’ come una benedizione. Potete farlo sia sugli alimenti che voi stessi cucinate, sia in quelli che invece mangiate ad esempio al ristorante. Quando siete voi a preparare i piatti, potete fare Reiki su ogni singolo ingrediente oppure sul piatto finito. Bastano solo due minuti, con le mani a una distanza di 5 o 10 centimetri.

Chiaramente quando siete nell’intimità domestica tutto questo è possibile, è un po’ diverso invece se siete a mangiare fuori. Questo perché mettere le mani sul piatto e iniziare a fare un trattamento al cibo potrebbe attirare su di voi attenzioni poco desiderate. In questo caso dovete cercare di non dare nell’occhio, ma è proprio qui che si presenta la necessità di fare Reiki sui cibi. In cucina il cuoco potrebbe aver trasmesso involontariamente la sua paura, la sua rabbia o la sua angoscia al piatto che voi state per mangiare. Potete fare il trattamento in modo meno appariscente, semplicemente posizionando le mani ai lati del piatto per 1 minuto.

A cosa serve fare Reiki sui cibi?

Vi aiuta ad eliminare le vibrazioni negative del cibo, le quali possono essere trasmesso al singolo ingrediente al momento in cui è stato preparato, oppure durante la realizzazione del piatto.

E’ una pratica spirituale che indirettamente aiuta anche il vostro corpo ad assimilare meglio i nutrienti e migliora anche la digestione. Se decidete di fare Reiki sui cibi vi accorgerete di come, giorno dopo giorno, prendete consapevolezza di quanto l’atto del mangiare sia un gesto estremamente sacro. Per non rendere ogni trattamento vano, ricordatevi di seguire anche queste regole per una buona alimentazione.

  • Scegliete con cura gli ingredienti che utilizzate per le vostre ricette. Leggete sempre attentamente le etichette e quando potete, cercate di coltivare voi stessi i prodotti vegetali che consumate o acquistateli dal produttore diretto di cui vi fidate (come i contadini).
  • Cercate di seguire le basi di una buona alimentazione
  • Celebrate ogni singolo pasto come un atto sacro e dedicategli la giusta importanza
  • Evitate di guardare la TV mentre mangiate e se proprio non potete farne a meno, almeno non guardate programmi violenti.
  • Mangiate lentamente e non consumate velocemente il pasto. Peggiora la digestione.

Come potete vedere, fare reiki sui cibi è semplice e non richiede molto impegno. Tuttavia non basta questa pratica per rendere innocuo ciò che mangiate. Dovete essere molto più consapevoli di ciò che introducete nel vostro organismo giorno dopo giorno, cercando allo stesso tempo di vedere il mangiare non più come un atto meccanico ma come un gesto sacro.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento