Combattere l’insonnia con il Reiki e la cristalloterapia

Oggi voglio parlarvi di come potete usare il Reiki e la cristalloterapia per ottenere benefici verso l’insonnia. Si tratta di uno dei disturbi più comuni tra la popolazione. Altro non è che l’incapacità di addormentarsi. Almeno che non vi siano patologie dietro, è possibile curarla con rimedi naturali o appunto il Reiki e la cristalloterapia.

Spesso l’insonnia è causata dallo stress ed è proprio su questo che potete intervenire con i consigli che vi offriamo in questo articoli. Altre volte può dipendere invece da dolori che interessano il corpo, il russamento, la depressione o l’uso di sostanze eccitanti.

I sintomi dell’insonnia sono diversi. Si tratta chiaramente di una condizione che modifica la qualità stessa della vita. Dormendo poco si è più irritabili, meno concentrati e perciò meno performanti nello studio e nel lavoro. La stanchezza ci accompagna per tutto il giorno, c’è il rischio di incorrere in mal di testa e tachicardia. E’ possibile che l’insonnia notturna causi sonnolenza diurna. Perciò molto spesso è opportuno non guidare mezzi di trasporto o macchinari.

L’insonnia chiaramente può essere occasionale (di solito dipende da situazioni stressanti ma passeggere, jet-lag etc) oppure cronica. In quest’ultimo caso in particolar modo o quando appare troppo di frequente, è bene parlarne con il medico per individuare le cause e risolvere il problema.  Infine, vi ricordo che l’insonnia non è solo quella che vi fa addormentare tardi, ma anche quella che vi fa svegliare troppo presto e vi rende incapaci di ritrovare il sonno oppure, quella che provoca frequenti risvegli notturni.

Passiamo adesso ai rimedi quali il Reiki e la cristalloterapia. 

Come il Reiki può aiutare in caso d’insonnia

I trattamenti Reiki si sono dimostrati un ottimo rimedio contro l’insonnia da stress. Questo perché il Reiki svolge un’azione altamente rilassante sia sulla mente che sul corpo. Potete decidere di lavorare su voi stessi e prendervi il primo livello Reiki, così poi da farvi le sedute quando volete. Oppure basta che andate da un terapista Reiki e organizzate con lui alcune sedute.

Chiaramente per ottenere i benefici migliori la scelta migliore è l’auto-trattamento, in modo da eseguire il Reiki per il tempo necessario prima di andare a letto, la mattina quando ci si sveglia presto oppure durante i vari risvegli notturni.

Alcune pietre utili contro l’insonnia

Potete lavorarci durante il giorno, magari nelle vostre sessioni di meditazione. La miglior cosa però è mettere la pietra sotto il cuscino, sul comodino vicino al letto oppure eseguire un breve trattamento posizionandola sul terzo occhio (il sesto chakra). Le pietre utili sono:

  • Quarzo rosa: vi aiuta a combattere l’insonnia ma anche la stanchezza giornaliera!
  • Opale verde: utile contro l’insonnia che vi prende appena vi sdraiate. In realtà è utile anche per chi dorme tutta la notte ma la mattina si sveglia stanco, come se non avesse dormito.
  • Lepidolite: mettete la lepidolite direttamente nella federa, sotto il cuscino. Molto utile soprattutto se a non farvi dormire sono i litigi con amici, colleghi o parenti. Vi aiuta a lasciarvi alle spalle certe situazioni e affrontarle poi con una mente più lucida.
  • Zaffiro: Agisce sul sistema nervoso, aiuta a trovare la tranquillità e dormire meglio. I vostri sogni saranno molto più tranquilli!
  • Opale: l’opale classica, proprio come quella verde, è utile se non riuscite a dormire la notte. Allontana anche gli incubi ricorrenti, adatta infatti per i bambini piccoli.
  • Topazio: utile contro l’insonnia causata da uno stato depressivo.
  • Lapislazzuli: bellissima pietra, utile per realizzare per esempio degli scacciapensieri da appendere vicino al letto. In alternativa basta metterla sotto il cuscino.
  • Ametista: famosa per combattere l’insonnia causata dai pensieri negativi.

 

 

 

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 di 5 )
Loading...

Lascia un commento