Proprietà delle pietre

Shungite: proprietà e benefici della pietra tutto-fare!

Della shungite vi ha già parlato ad agosto Barbara, nella sua intervista qui su Alchimia Delle Pietre. Oggi torno ad approfondire io l’argomento. Molte persone non conoscono questa pietra, anche se in definitiva è davvero molto utile nei trattamenti di cristalloterapia. In Europa non ha raggiunto una grande fama, rimane un po’ nell’ombra se paragonata ad altre pietre come l’ametista o l’agata. In Russia ad esempio, è invece una delle più famose nell’ambito terapeutico.

Nella repubblica di Carelia è famoso questo minerale da ormai molti millenni. Alcune testimonianze parlano del fatto che, già nel XVII e XVIII secolo, veniva utilizzata la Shungite a fini terapeutici.

Si dice che questa pietra sia molto antica e che sia nata circa 2 miliardi di anni fa. Il motivo per cui viene tanto apprezzata è che a lei si attribuiscono poteri davvero straordinari. Alcune leggende vogliono che, le acque sgorgate dove si trova la Shungite, sia capace di guarire condizioni anche molto critiche.

I fullereni all’interno della shungite

Il 98% della Shungite è formata da carbonio. Si trova solo nel lago Onega, in Carelia, cioè nella parte nord-ovest della Russia. Oggi viene chiamata così in onore del villaggio dove è stata scoperta, Shunga. All’apparenza questa pietra assomiglia moltissimo al carbone ma, si trovano al suo interno i fullereni. I fullereni hanno permesso ad alcuni ricercatori nel 1996 di ottenere il premio Nobel per la chimica.

I fullereni sono formati da 60 atomi di carbonio, i quali ricreano una gabbia vuota. Sono presenti in natura in quantità minime e, non è affatto chiaro perché la Shungite li contiene. Ad oggi è l’unico minerale conosciuto che li vede presenti nella sua composizione chimica.

Questa sostanza all’interno del nostro corpo agisce come uno straordinario antiossidante. Contrasta infatti i radicali liberi e contrasta l’insorgenza di svariate malattie e allergie.

Benefici della Shungite

La shungite assorbe ciò che è dannoso e aiuta a ripristinare il benessere. Possiede infatti numerose proprietà rigenerative. Si dice che riesce a diminuire alcuni dolori come il mal di testa, i reumatismi e il mal di schiena. Non solo, è anche un ottimo aiuto quando si parla di ritrovare il sonno perduto.

Proprio come la tormalina nera, difende dalle radiazioni elettromagnetiche. Quindi può essere utile frapporla ad esempio tra voi e la televisione, il computer, i forni a microonde etc. In casa è molto utile perché aiuta a “proteggersi” anche dalle emissioni del wi-fi.

Ritengo che la piramide di shungite in particolar modo, sia utilissima quando si tratta di dover fare il radicamento a terra. Altrimenti per lo stesso scopo vanno bene le sfere di shungite, oppure i pendoli.

E’ una pietra che possiede anche molte altre qualità. Applicandola sulla fronte, allevia il mal di testa da stress e aiuta prima di tutto a trovare la serenità interiore. Le persone dal temperamento nervoso, possono trovare in lei una grande alleata perché ridimensiona questo aspetto della personalità.

A livello fisico la shungite è vista un po’ come una pietra capace di risolvere svarianti problemi, in quanto porta salute ed energia un po’ a tutte le parti del corpo.

Come s’indossa la shungite?

Avete davvero l’imbarazzo della scelta. Allora, se volete usarla per le sue proprietà protettive nei confronti delle onde elettromagnetiche, vi consiglio di scegliere la shungite a forma di piramide. Se la volete usare per la meditazione o il radicamento, se non avete la piramide di shungite va bene anche la sfera oppure un pendolo. Potete invece indossarla come anello, bracciale o collana, a scelta. Se non siete amanti dei gioielli o, se per motivi lavorativi o personali non potete indossarli sempre, va bene anche una piccola shungite in tasca.

Acqua di Shungite

Particolarmente famosa è l’acqua di shungite. Prima però, c’è da specificare che esistono diversi tipi di shungite, in base al suo grado di purezza. Il primo tipo contiene il 90-98% di carbonio, ed è la migliore per realizzare l’acqua di shungite. C’è poi il tipo 2, che ne contiene tra il 60 e il 90%. Questa non è adatta per l’acqua, almeno che non sia usata ad esempio per le piante. Questa pietra è invece perfetta per proteggersi dall’inquinamento elettromagnetico. La shungite di tipo 2 e 4, hanno una percentuale inferiore al 50% e l’effetto è davvero scarso.

La shungite sull’acqua ha degli effetti molto interessanti. Riesce infatti a pulirla dalla maggior parte dei composti organici, i metalli pesanti, i batteri e qualsiasi cosa di nocivo vi sia. E’ eccellente ad esempio per combattere alcuni problemi di salute come ad esempio la gastrite, l’anemia, l’asma, ma anche alcune malattie del fegato oppure alterazioni che riguardano il sistema immunitario.

Io vi consiglio di provarla per combattere la stanchezza cronica, di quella che piglia la mattina quando vi alzate e va via la sera quando andate a letto! Il bello di questa pietra è proprio questo. Da una parte pulisce l’acqua dalle sostanze nocive, dall’altra passa le proprietà benefiche dei fullereni, i quali liberano anche il corpo dalle sostanze dannose.

A quanto pare preparare l’acqua di shungite non è difficile. Però io vi consiglio di chiedere il procedimento esatto alla persona dalla quale acquistate le pietre. Tutto sta nel pulirle bene e poi lasciarle riposare in un litro d’acqua per tre giorni.


10 Commenti

  • Ciao e complimenti per il tuo sito! Davvero molto interessante, bellissime foto e perfetto per una principiante come me. E’ da poco che mi sono avvicinata ai minerali e alle pietre, non solo perché sono incredibilmente meravigliose, ma anche perché spero di trovare quelle giuste ora, dato che è un periodaccio che dura da qualche anno e anche di trovare le mie ‘pietre amiche’ per il resto della vita. Ho notato che sono molto attratta dai Quarzi, Shungite e Serafinite. Secondo te c’è un nesso? Vorrei anche chiederti se hai la possibilità, un giorno, di aggiungere una scheda sulla Serafinite, te ne sarei molto grata. Mi sento molto attratta da questo minerale. Un caro saluto, Emanuela

    • Ciao Emanuela, benvenuta nel mondo dei cristalli allora 🙂 Approfondisco il discorso quarzi, shungite e serafinite e ti faccio sapere. Ma probabilmente in questo momento sei attratta da queste pietre perché ne hai bisogno! Sulla serafinite certamente, la metto tra i prossimi da fare 🙂

    • Per quanto riguarda la cristalloterapia, la scienza non ha mai convalidato davvero il potere delle pietre. Per quanto riguarda la shungite in particolare, m’informerò e ti faccio sapere!

  • Ciao Claudia,

    sono rimasto affascinato dal sito e dalle notizie che dai sui minerali. A me interesserebbe capire qualcosa in più sulla shungite e sulle sue “proprietà” ammesso che le abbia.

      • Ciao Claudia,

        sarò breve: c’ho 25 grammi di shungite che porto sempre con me ormai da una decina di giorni. La pietra è autentica e conduce elettricità ma io continuo a non percepire nulla…
        Ciao e grazie

Lascia un commento