Proprietà delle pietre

Zeolite: il minerale che disintossica l’organismo!

Ho scoperto solo di recente la zeolite, un minerale che disintossica l’organismo. Per questo motivo ho deciso di parlarne qui su Alchimia delle Pietre anche se, come vedrete da soli, non ha niente a che fare con la cristalloterapia.

zeolit

La zeolite è un minerale ed è di origine vulcanica. Possiede una struttura cristallina regolare ma è microporosa, ciò permette a noi di utilizzarla per disintossicarci dalle sostanze dannose presenti nel nostro organismo, come ad esempio i metalli pesanti. Essa assorbisce le tossine, le microtossine, i pesticidi e molti altri prodotti potenzialmente negativi.

Cos’è la Zeolite in pratica?

La parola zeolite deriva dalle parole greche zein e lithos, cioè bollire e pietra. E’ appunto conosciuta anche come “pietra che bolle”. Se provate a spruzzarci sopra un po’ d’acqua, noterete infatti che inizia a bollire.

Dovete prestare particolarmente attenzione alla sua struttura chimico-fisica. E’ originata infatti dall’unione di acqua salmastra e lava incandescente. La sua struttura poi, formata da particelle microporose, la rende perfetta per la depurazione del corpo. Questo allumosilicato idratato ha al suo interno dei canali che formano il reticolo cristallino. Al suo interno si trovano il potassio, il calcio, il magnesio, il sodio. La particolarità è che la zeolite riesce a scambiare i propri cationi liberi con i metalli pesanti.

Ad oggi gli studiosi sono riusciti a identificare ben 100 zeoliti differenti. Per lo scopo che interessa a noi, è adatta la zeolite clinoptilolite. Essa viene sottoposta, attraverso processi chimici o fisici, all’attivazione tribomeccanica. In pratica reagisce più facilmente e le cariche all’interno dei canali legano con le tossine. Il suo lavoro inizia nel tratto gastro-intestinale innescando una reazione chimica che porta alla fine alla depurazione dell’organismo. Non è assolutamente tossica ma in ogni caso, sappiate che non viene assorbita dall’intestino.

Quali sono gli effetti positivi della zeolite?

  • Per gli sportivi: supporta anche durante le intense attività fisiche. Diminuisce inoltre il senso di stanchezza ma, a livello fisiologico, anche l’acido lattico. Aumentando invece la resistenza.
  • Per gli studenti o chi lavora tanto con la mente: dissipa lo stress e aiuta allo stesso tempo a rimanere più concentrati sull’obbiettivo. Non si tratta di una supposizione. In pratica riduce gli ioni ammonio e di conseguenza la stanchezza.
  • Antiossidante: disintossica l’organismo e lo alcalinizza. Può essere assunto senza problemi anche dalle persone anziane oppure i convalescenti. Forse questo è uno degli effetti più apprezzati. Riesce anche a supportare il corpo davanti ai danni dei radicali liberi.
  • Digestione: la zeolite è anche un immunostimolante, in pratica va a regolare la digestione e il metabolismo.
  • Antitumorale: sembra che assumere l’integratore di zeolite aiuti a potenziare le terapie già in corso, diminuendo allo stesso tempo gli effetti negativi.
  • Radioattività: riesce a diminuire gli effetti della radioattività, ecco infatti che in campo medico viene usato proprio per contrastare gli attacchi dei farmaci chemioterapici.
  • Snellente: non può certo essere considerato un sostituto della dieta o dell’attività fisica ma, una cosa è certa. Purificando il corpo dalle tossine che giorno dopo giorno si sono depositate, aiuta a snellire supportando appunto delle buone regole di vita.

A questo punto posso dire che gli effetti non sono assolutamente finiti! La zeolite è usata per purificare dall’interno l’organismo ma, nessuno vi vieta di sfruttare i suoi interessanti benefici anche per combattere qualche problema della pelle. Ad esempio, potete usarlo sulla pelle se soffrite di acne, disinfetta e cicatrizza. Ma anche in caso di prurito e irritazioni da reazioni allergiche o intolleranti. Alcuni studi hanno dimostrato la sua efficacia anche contro dermatiti ed eczemi.

Tutto ciò l’ha portata ad essere spesso protagonista in alcuni trattamenti estetici. Pensate che assorbe anche gli odori sgradevoli ed è quindi usata per la creazione di deodoranti che favoriscono la traspirazione della pelle.

Come utilizzarla?

Ricordatevi che è bandito il fai-da-te. La dovete acquistare nel negozio e vi viene venduta in compresse o polvere. Prima di assumerla dovete anche sentire il parere del dottore, perché deve essere lui in base al vostro storico medico, a valutare se è il caso o meno di procedere con l’utilizzo. Dovete assumerla in base alle indicazioni riportate sulla confezione oppure, secondo quanto richiesto dal vostro dottore.

Dove si acquista la zeolite?

La zeolite in polvere o in capsule la trovate tranquillamente in farmacia, erboristeria, parafarmacia o all’interno di alcuni siti online. Prima di procedere con l’acquisto assicuratevi che sulla confezione sia presente il marchio CE e il numero di registrazione.

Il prezzo non è eccessivo, anche se non si può dire che sia economico. Per 30€ infatti, acquistate un centinaio di capsule. Se desiderate usarlo localmente sulla pelle, dovete comprare la polvere e tamponarla grazie a un batuffolo imbevuto d’acqua, massaggiandolo in modo molto delicato.

Esistono controindicazioni?

A quanto pare, non ci sono controindicazioni particolari. Gli esperti affermano che non è assorbito dal tratto gastro-intestinale e che è atossico. Sembra però che alcune persone ne risentano per la sua assunzione, avvertendo nausea e mal di testa. Sono reazioni nervose di solito provate da persone molto sensibili.

Ricordatevi che si tratta comunque di una cura chelante, cioè che libera dalle tossine e modifica quindi in qualche modo l’organismo. Dovete perciò usare l’integratore di zeolite solo dopo averne parlato con il medico.

Unica controindicazione generale è quella della stitichezza, potrebbe dare qualche problema in questo senso. Potete tranquillamente evitarlo bevendo molta acqua durante il trattamento!

2 Commenti

Lascia un commento

privacy policy