Curiosità sui cristalli

Posso fare un trattamento di cristalloterapia a un animale?

Cani, gatti, coniglietti... i nostri animali domestici più che animali sono veri e propri famigliari. Considerati un po’ come dei figli o dei fratellini, il nostro compito è quelli di farli vivere bene e in modo sereno. Un po’ di tempo fa ho scritto un articolo sui trattamenti reiki agli animali, oggi invece, vediamo se possiamo trattarli grazie allo straordinario potere della cristalloterapia!

Capite bene che un gatto o un cane non stanno fermi con i cristalli sul corpo, come potrebbe fare una persona. Di certo non possiamo obbligarli e quindi, è opportuno trovare qualche altra strategia. Qualcuno mette le pietre nelle ciotole dell’acqua ma in questo caso occorre star attenti a usare le pietre adatte per gli elisir, altrimenti possono danneggiare i nostri amici animali. Non solo, occorre una pietra abbastanza grande che non possa essere ingoiata e abbastanza resistente da non rompersi. Personalmente, con un cane e un gatto in casa, non ho mai messo una pietra nella loro ciotolina dell’acqua.

Tuttavia è possibile in qualche modo regalare una pietruzza al nostro animale. Una buona idea è quella di farla incastonare nel collare, senza via di uscita. Soprattutto per i gattini che lo portano sempre, è una buona idea.

Se invece volete usare una pietra per un problema specifico, vi occorre sceglierla sul momento e trovare il modo di usarla sull’animale senza stressarlo. L’energia della pietra influisce sul loro sistema energetico, migliorando le condizioni fisiche e psicologiche. Ecco alcune idee:

  • Quando il vostro amico è sdraiato al sole, mezzo addormentato, potreste mettere li vicino qualche pietra. Gli animali sono molto abitudinari e scelgono di sdraiarsi sempre negli stessi posti, perciò mettete le pietre nei punti strategici. Uno è sicuramente la cuccia.
  • Come dicevo, potete far incastonare una pietra nel collarino, così che sia sempre a contatto diretto con loro. Se il vostro gatto lo lasciate libero di uscire, potreste scegliere una bella pietra che lo protegge dai pericoli (anche se sta a voi far attenzione e non lasciarlo libero di circolare se vivete vicino a strade molto trafficate, dove ci sono pericoli insomma!).
  • Se la pietra è per il vostro pesciolino o tartarughina, potete trovare la pietra adatta da mettere in acqua oppure, se non volete rischiare, posizionatela vicino al vetro.

Alcune pietre da usare per i vostri animali

Potete utilizzare per esempio l’ametista se il vostro animale è un po’ irrequieto in questo periodo. Fate attenzione, alcune volte questo stato d’animo agitato indica un malessere vero e perciò è bene portarlo dal veterinario. L’ametista è utile anche per portare equilibrio tra le emozioni, aiutarlo nel recupero psico fisico, magari dopo un’operazione o comunque un periodo particolarmente stressante. Lo aiuta anche a recuperare il sonno.

C’è poi l’ambra, una pietra adatta per l’animale malinconico. Supporta anche la disintossicazione in caso di infezioni virali e batteriche. Potete usare questa pietra anche se ci sono problemi di stomaco. La corniola invece supporta per i problemi intestinali, quelli che riguardano l’apparato genitale e anche la scarsa vitalità. Ovviamente non può mancare il cristallo di rocca, sempre utilissimo in molte occasioni. Per i vostri amici, si rivela utile ad esempio ai fini di stimolare la vitalità e anche la resistenza fisica. Non solo, li aiuta a superare meglio i traumi, a disintossicarsi e velocizzare il metabolismo. Il quarzo rosa è il regalo perfetto per il vostro animale se dovete aiutarlo a superare la gelosia per il nuovo arrivato. Un buon alleato anche per il cane o il gatto eccessivamente pauroso. Infine, la sodalite è perfetta per il vostro amico a quattro zampe se soffre di infezioni o infiammazioni che interessano apparato respiratorio, occhi e orecchie.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento