Curiosità sui cristalli

Cosa sono le pietre burattate?

Le pietre burattate (levigate) sono bellissime e il loro valore spesso cresce notevolmente. Non dimentichiamoci però che hanno subito un processo di lavorazione molto intenso ed è molto più difficile riconoscere la pietra vera da quella falsa. Alcune volte poi, per rendere i colori più vivi, vengono anche sottoposte a tintura artificiale.

Pietre Burattate

Tre esemplari di corniola in mio possesso burattate, da utilizzare nella cristalloterapia.

Vogliono renderli più belli esteticamente  (non sempre poi, perché una bella ametista grezza sarà sempre più bella di una lavorata dal mio punto di vista), più puri e, ovviamente, con un valore commerciale ben più alto.

Si, io preferisco le pietre grezze a quelle burattate. Anche se significa perderci in bellezza, lucentezza etc. Ma come vengono lavorati i minerali per ottenere un simile risultato?

Le pietre vengono disposte all’interno del buratto insieme a della sabbia abrasiva e del liquido lubrificante. Il contenitore rotea, portando il minerale ad essere liscio e lucente. Questo processo prende il nome di burattatura o tumbling.

Le pietre burattate vengono utilizzate tanto all’interno della cristalloterapia, quanto per la creazione di gioielli o decorazioni. Sono poi presenti anche all’interno di collezioni private.

Le varie fasi della burattatura

  • All’interno della burattatrice vengono messi frammenti grezzi di pietra.
  • Viene aggiunta la polvere abrasiva,  scelta in base alla durezza stessa della pietra che deve essere lavorate e alla fase di lavorazione.
  • La grana della polvere diminuisce man a mano che la pietra viene levigata. Nelle prime fasi solitamente, utilizzano carburo di silicio.
  • Per la fase della lucidatura invece, sono utilizzati nella maggior parte dei casi ossidi di alluminio.
  • Il processo di burattatura continua per circa 30 giorni consecutivi qualora si desideri un risultato perfetto.

Le pietre burattate vanno bene per la cristalloterapia?

Allora, la questione qui è spinosa e i pareri piuttosto contrastanti. In linea generale si, le pietre burattate vanno bene in cristalloterapia. Io però torno a confermare la mia idea, e cioè che preferisco quelle grezze. Personalmente ritengo che la pietra lavorata perde in energia dopo la “tortura” a cui viene sottoposta, quindi, se a livello ornamentale è migliore, non si può dire lo stesso dal punto di vista terapeutico energetico.

Esistono pietre che devono necessariamente essere burattate?

Si, esistono. Prendiamo ad esempio la malachite e la crisocolla, entrambe rilascerebbero sostanze tossiche all’uomo se non venissero lavorate all’interno del buratto. Ecco che in questi casi è necessario il processo di lavorazione.

Voi invece, preferite le pietre burattate o quelle grezze? Lasciate la vostra opinione qui sotto, nei commenti.

 

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

10 Commenti

  • Salve. Sono Alessandro ho 36 anni e soffro di attacchi di panico. Ho guardato in Internet e essendo del segno dei gemelli consigliano il topazio giallo e Agata gialla. Le ho trovare su ebay. Ma mi sorge un dubbio. Dove le devo riporre? Pensavo magari durante il sonno nella frente…..grazie.

    • Ciao Alessandro, credo che lasciarle sulla fronte tutta la notte sia difficile e in ogni caso scomodo (se riesci a “saldare” la pietra con un cerotto ad esempio). Ti consiglio invece di indossare la pietra che hai scelto di giorno, ingabbiata e portata al collo (trovi le gabbiette online ma anche in alcuni negozi fisici di soli, a circa 2€).

      Un saluto!

  • Grazie per le informazioni. Conoscevo il procedimento di levigatura, ma non la definizione.
    Personalmente riscontro che i cristalli sono comunque utili per cristallo terapia. Dipende anche molto da quanto ci connettiamo con le vibrazioni, insomma da quanto siamo ricettivi. Il lavoro non lo possono fare solo le pietre.
    Namasté

  • Grazie per la spiegazione, io stesso condivido come te l’utilizzo di pietre grezze. Inoltre mi è stato detto che le proprietà dei minerali si amplificano nella misura in cui si è in sintonia con la Terra che ci dona queste pietre, amandola e rispettandola… insomma ci vuole coerenza, non puoi trattare male la natura e pretendere benefici da essa allo stesso tempo! Tu cosa ne pensi?

    • Ciao Fabio, hai espresso un concetto davvero molto importante e che condivido. Utilizzare le pietre e allo stesso tempo danneggiare la Terra è un po’ come sfruttare sia le une che l’altra. Operi egoisticamente, cercando il massimo profitto a discapito di quello che ti circonda (compreso chi ci permette di vivere!). Tutto è collegato e dal punto di vista energetico e spirituale certe cose non “passano inosservate”. Non dubito però che qualcuno si comporti in questo modo.

  • Salve, vorrei fare una domanda, io ho levigato personalmente alcuni minerali, l’unica cosa non riesco ad ottenere l’effetto delle pietre burattate comprate… Sapete quale prodotto posso usare per lucidarle? Se lo sapete siete la mia salvezza! Perché non riesco a trovare nulla…

Lascia un commento