Spiritualità ed energia

Cos’è il Kaizen e come ti può aiutare a vivere felice

Voglio parlarvi del metodo Kaizen oggi. L’ho scoperto da poco ma lo reputo una tecnica formidabile per combattere uno dei difetti che ci accomuna quasi tutti, quello di procrastinare. Rimandare a domani ciò che si può fare oggi insomma, rimandare a lunedì quello che puoi iniziare di giovedì. E così via…

Il metodo Kaizen come potete immaginare dal nome deriva dal Giappone. E’ stato coniato negli anni ’80 perciò è una tecnica piuttosto moderna, anche semplice è vero, ma non banale. Per me è stata utilissima! Si basa infatti sul principio del minuto, durante il quale devi svolgere il tuo buon proposito. Un minuto non vi sembra niente? A me sembra molto meno non farlo nemmeno per un minuto, un tempo breve ma che alla lunga può instaurare nella vostra mente quel seme necessario per svolgere l’attività ogni giorno.

Spesso i cambiamenti si inducono in modo graduale e soprattutto pensando che infondo è solo un minuto, si agisce e si smette di rimandare. Compiamo perciò il primo passo nella direzione che si desidera davvero raggiungere.

Come usare il metodo Kaizen

Volendo lo potete attuare in qualsiasi campo. Per esempio se state cercando di mangiare meglio, oppure fare un po’ di attività fisica, volete seguire un corso yoga… un minuto non è un tempo sufficiente e vi permette di fare solo una piccola azione, voi fatela. Ogni giorno. Se volete imparare una lingua straniera prendetevi un minuto tutto per voi e imparate una nuova parola.

Chiaramente lo scopo non è quello di non aumentare mai il tempo ma piuttosto di iniziare, senza rimandare a domani, il prossimo mese o il prossimo anno. Si rimanda così tante volte che senza nemmeno accorgercene passano anni. E non inizieremo mai, non cambieremo mai e mai porteremo a termine i nostri sogni.

Con il metodo Kaizen potete praticamente familiarizzare con il nuovo obiettivo, il quale all’inizio magari risulta noioso e complicato. Vi permette di trovare la motivazione e superare lo scoglio iniziale. Il concetto è quello del miglioramento continuo. 

Dedicate ogni giorno un minuto al vostro obiettivo, fatelo sempre alla stessa ora. Vedrete che saprete affrontare questo impegno in modo molto positivo e un po’ alla volta provate soddisfazione a terminare il vostro piccolo obiettivo.

E’ tra le altre cose un metodo alla portata di tutti. Rende la nuova abitudine parte della tua routine. Superi così l’insicurezza iniziale, l’indecisione e la tendenza a rimandare. Vi liberate però anche del senso di colpa nel non averlo fatto. Vi allenate a essere costanti.

Quando aumentare il tempo?

Potete per esempio praticare per una settimana 1 minuto al giorno e dopo aumentare giorno per giorno di un minuto. Il giorno 8 due minuti, il giorno 9 tre minuti, fino ad arrivare al tempo giusto per voi, quello che vi permette di portare avanti il vostro comito senza troppi sforzi o fatica. A, chiaramente non rimandate a domani e iniziate ora, in questo momento! Partite con il vostro minuto, smettete di fare ciò che state facendo e dedicatevi per 60 secondi al vostro obiettivo.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento