Curiosità sui cristalli

Pietre marroni: l’elenco completo

Le pietre marroni sono usate in cristalloterapia in abbinamento con i chakra bassi, quelli terreni. E’ uno dei colori che più di ogni altro viene associato alla terra. Viene associato anche alla tecnica del radicamento, a tutta la serie dei desideri terreni che comunque in qualche misura ci governano. Usare le pietre marroni ci aiuta a entrare in una maggior sintonia con il nostro corpo e con chi siamo davvero.

Elenco delle pietre marroni

  • Chiastolite: la particolarità di questa pietra marrone è la presenza della croce celtica sulla sua superficie. Simboleggia la rinascita spirituale che segue la morte simbolica. Grazie a lei è possibile affrontare con una maggior serenità il cambiamento. Rappresenta l’unione dei quattro elementi. E’ in armonia con il primo e il terzo chakra.
  • Mochi Balls: conosciuta anche come pietra dello sciamano. La pietra maschile e femminile vanno sempre in coppia. Si distinguono l’una dall’altra perché mentre la mochi ball femminile è tonda, quella maschile è schiacciata. Il loro principale scopo è quello di equilibrare le energie opposte del nostro corpo. Possono aiutare a riconoscere i segnali che ci indicano la giusta strada spirituale.
  • Rosa del deserto: il suo colore va dal giallo al marrone chiaro. E’ una pietra molto legata al sentimento dell’amore, inteso più come fisico che spirituale però. Porta equilibrio tra i desideri.
  • Staurolite: si tratta di una pietra brunastra che delle volte tende al rossiccio. Dona supporto quando c’è bisogno di prendere decisioni importanti nella vita. Supporta durante un trasferimento all’estero per esempio. Imparate con lei a distinguere cosa è vero e cosa è falso.
  • Dumortierite: la dumortierite può essere una pietra di vari colori, tra cui il marrone. Aiuta a metabolizzare gli stati d’animo negativi.
  • Agata occhio di Shiva: a livello mentale questa bellissima varietà di agata dona protezione. Rafforza la memoria e aiuta a ricordarsi i sogni.
  • Aragonite: L’aragonite vi rende più flessibili verso le altre persone. Indossatela o tenetela vicino a voi quando avete bisogno di mantenere la concentrazione durante un lavoro particolarmente impegnativo. E’ considerata la pietra della disciplina.
  • Legno fossile: quando il legno rimane sepolto e si fossilizza può anche cristallizzarsi. La fibra vegetale può trasformarsi sia in opale che in quarzo. Viene usato molto per ricordare le vite precedenti e allo stesso tempo aiuta a essere più consapevoli del qui e ora. Scioglie quelle paure profonde che spesso, anche senza accorgercene, ci bloccano.
  • Sardonica: è di base una pietra bianca e nera ma può avere striature brunastre e rossastre se ci sono depositi di carbonio e ferro. Porta l’equilibrio, è consigliato alle persone poco sensibili con poco tatto per calibrare un po’ questo loro aspetto.
  • Uvite: è una varietà di tormalina marrone ma non è particolarmente nota a livello terapeutico, dono sicuramente più idonee altre varietà di questa bellissima pietra. L’uvite è principalmente una pietra da collezione.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento