Proprietà delle pietre

Celestina: usi in cristalloterapia

La celestina o celestite, è conosciuta anche con il nome di pietra degli angeli. Appartiene alla classe minerale dei solfati, è costituita da solfato di stronzio. Può avere origine dai terreni sedimentari o origine idrotermale. E’ legata all’elemento acqua ed è perciò apprezzata nel campo della cristalloterapia per lavorare sulla sfera emozionale, della guarigione e più in generale per riequilibrare il lato femminile presente in ognuno di noi.

La celestina proviene da varie parti del mondo. Dall’Egitto alla Libia, Dal Messico alla Gran Bretagna, Dal Perù al Madagascar. C’è anche in Italia! E’ piuttosto facile da trovare in commercio, sia piccoli pezzi grezzi o naturali, sia pietre un po’ più grandi.

La celestina ha un sistema cristallino rombico. E’ una pietra semidura, infatti nella scala Mohs ha una durezza che oscilla da 3 a 3,5. Alcuni importanti giacimenti si trovano in Romagna e Sicilia. Non esponetela troppo al calore, considerando che è piuttosto sensibile a esso. E’ di colore azzurro, alcune volte con intere parti completamente trasparenti o bianco latte.

La celestina è legata al quinto chakra, quello della gola. E’ perfetta quindi per favorire la comunicazione sia con il prossimo che con se stessi. Inoltre a livello fisico è considerata utile per la tiroide. Potete usarlo nei trattamenti di cristalloterapia anche per lavorare con il settimo chakra.

Perché la pietra degli angeli?

La celestite è conosciuta come la pietra degli angeli. Deve questo epiteto alla forte vibrazione che possiede e che si dice, permette di collegarsi con i regni angelici e con lo spirito guida. Non solo, stimola l’apertura del terzo occhio e la chiaroveggenza. Sono soprattutto i guaritori comunque ad utilizzarla. Aiuta infatti ad eliminare l’energia negativa. Viene usata per la pulizia del campo eterico. Ci apre alla guarigione, ma anche ai messaggi divini che ci arrivano attraverso i sogni.

Proprietà della celestina

Non serve solo a entrare in contatto con il regno angelico! La celestina viene usata per moltissimi scopo, ecco quindi il suo utilizzo per il campo materiale, spirituale e mentale!

Corpo

Nonostante sia una pietra favolosa dal punto di vista spirituale, è molto utile anche sul piano fisico. La celestina infatti, come accennavo prima, può essere utile per esaltare le funzioni della tiroide. Può essere indossata ad esempio da chi soffre di ipotiroidismo.

Un’alleata anche per alleviare le tensioni, il mal di testa e vari disturbi legati agli occhi. Potete usarla ad esempio quando siete molto stanchi e non riuscite più a concentrarvi o svolgere il vostro lavoro. Vi dona energia! Se state seguendo un percorso atto ad eliminare le tossine, la celestite può esservi di grande aiuto.

Per tutte le donne invece… potete usarla per aiutare le ovaie a lavorare efficentemente. Per ridurre i dolori mestruali invece, vi consiglio la corniola!

Mente

Utilizzatela quando vi sentite particolarmente stressati. In qualche modo riesce a donarvi il giusto equilibrio mentale per notare le cose dalla giusta prospettiva. Vi accorgerete di poter risolvere in modo molto più armonioso i vostri problemi, comprese le turbe interiori.

La celestina stimola la creatività, viene infatti scelta da molti artisti. Indossatela quando dovete tenere un discorso in pubblico, vi aiuta a parlare in modo molto più chiaro e onesto con chi vi ascolta.

Tutto sommato vi rende più obbiettivi, meno fossilizzati sui piccoli problemi, quelli che si ripetono in modo cicliconella vostra vita e dai quali vi lasciate ossessionare.Vi rende più onesti e comunicativi.

Spirito

A livello spirituale è usata appunto per il contatto con il mondo angelico, la guida spirituale e più in generale i regni superiori. Potete usarla per la purificazione dell’aura e nella meditazione. Favorisce i pensieri elevati, vi aiuta a portare in superficie ciò che da tempo ristagna nell’inconscio.

Trasforma il dolore in esperienza. Stimola i sogni profetici. Se in questo periodo state svolgendo un profondo lavoro introspettivo, sappiate che può essere una valida alleata. Porta pace interiore e vi aiuta a trasformare la rabbia in energia costruttiva. La celestina la usa anche chi vuole effettuare viaggi astrali.

Come utilizzare la celestina

Ricordatevi di tenerla in un ambiente “pulito”, per quanto possibile ovviamente. Cercate di non tenerla dove ci sono campi elettrici o comunque ristagni di energia negativa. Se ciò non può essere evitato, pulitela spesso o tenetela sopra una bella drusa di ametista. Non esponetela alla luce del sole, perché si rovina. Molto meglio quindi, l’energia lunare.

Potete tenere la celestina in camera da letto, magari sul comodino, per ottenere sogni molto più chiari e magari profetici. Quando la indossate, tenetela come ciondolo così da stimolare la chiarezza comunicativa.

Secondo me potete utilizzarla in combinazione con la selenite, gli effetti sono davvero interessanti in meditazione! Se volete entrare in contatto con i regni angelici, potete usarla insieme all’aragonite o l’angelite. Per stimolare l’intuizione abbinatela a un’ametista oppure a una labradorite.


Lascia un commento