Cristalloterapia

ametista significato

Quali sono le basi della cristalloterapia? Come possono i minerali aiutarmi a star bene? Come utilizzare i cristalli?

Ne esistono di tutte le forme e colori, alcuni attraggono immediatamente la nostra attenzione per la loro bellezza o carica energetica. Alcune volte gli acquistiamo perché ne sentiamo il richiamo, altre volte perché abbiamo  studiato le proprietà delle pietre in base al nostro specifico problema. La cristalloterapia ci aiuta dolcemente a prendere consapevolezza del nostro problema, permette di scavare dentro di noi affinché riusciamo a modificare determinati stili di vita “deleteri” o comunque inadeguati.

Alla base di questa tecnica di auto-guarigione ci sono i cristalli, con la loro struttura cristallina, il colore, la formazione litogenetica, la composizione e la classe. Sono tutti elementi che rendono unica la pietra e completamente differente da tutte le altre. Non si tratta quindi solamente di cromoterapia, come in molti pensano, ma è una fusione di più fattori a rendere queste gemme della terra tanto preziose per il nostro benessere psico-fisico.

La cristalloterapia è definita una tecnica di auto-guarigione. Integra la medicina ufficiale, senza però sostituirla, con lo scopo di aiutarci a raggiungere nel modo più armonico e graduale possibile il benessere. I trattamenti coi cristalli ci aiutano a prendere consapevolezza del problema fisico o mentale, a raggiungere la radice della malattia psico-fisica per estirparla e tornare a uno stato di equilibrio e benessere. Non può essere considerata una medicina alternativa, perché non può sostituire una terapia.

Tutto parte dall’energia

L’energia è forza vitale. E’ presente in tutti gli esseri viventi. Alla base della materia vi è l’energia. E’ invisibile, ma viene sperimentata ogni giorno e integrata soprattutto grazie all’alimentazione e la respirazione. Il corpo umano è circondato dall’aura, energia che si concentra in alcuni punti fisicamente allineati con la colonna vertebrale, per dar vita ai chakra.

Quando nell’aura o nei chakra vi è un blocco energetico, ecco che si presenta il problema, la malattia o il malessere. Questi stati hanno origine nel campo energetico umano. I blocchi solitamente sono causati da ritmi di vita troppo veloci, esperienze traumatiche, stress, inquinamento ambientale, cattiva alimentazione e una respirazione scorretta. Cercando di porre rimedio a determinate cattive abitudini o problemi, ecco che i blocchi stessi vengono eliminati.

Rintracciando la radice del problema, in definitiva di ciò che ha scacciato la salute, è possibile agire in maniera diretta e rimuovere completamente l’ostacolo, senza tentare solo di alleviarne i sintomi o di farli tacere per un periodo.

Se ad esempio una persona ha paura di esporre il proprio pensiero e tende a trattenerlo, per paura del giudizio altrui, questo problema si manifesterà prima come un’insoddisfazione perenne, portandola poi a sperimentare veri e propri malesseri fisici. Quando uno di questi sintomi fisici viene scoperto e “guarito”, senza però andare a fondo del problema, nel giro di pochi anni o mesi questo tenderà a colpire nuovamente una nuova zona, aumentando di intensità fino a quando la persona non prenderà consapevolezza di ciò che è il VERO problema della sua vita, in quel determinato periodo.

I cristalli lavorano a contatto con il nostro corpo, inviando le informazioni necessarie all’aura. Una volta che sono state caricate di energia grazie alla luna o il sole, potranno essere messe nel campo energetico umano affinché rilascino con le loro vibrazioni, le informazioni che portano dentro di loro. Trasmettono la luce nella gamma degli infrarossi e delle microonde. Quest’ultime sono le più importanti perché attraversano l’organismo, raggiungendo anche gli strati più profondi e rendono possibile la comunicazione fra le cellule e portare quindi il cambiamento necessario affinché venga raggiunto lo stato di equilibrio.

I 5 elementi dominanti del cristallo (e della cristalloterapia)

Non si tratta solo di cromoterapia. La cristalloterapia funziona perché ogni singolo minerale possiede delle caratteristiche proprie che ne influenzano lo schema energetico e di conseguenza, le informazioni che invieranno al nostro organismo. Queste caratteristiche sono:

  • Sistema Cristallino: Esistono 7 sistemi cristallini più l’amorfo. Ogni minerale quindi, ha una struttura geometrica regolare che funziona da matrice al reticolo cristallino stesso. Ogni struttura offre alla pietra una vibrazione precisa e costante. Esistono anche dei rapporti tra le strutture cristalline e l’uomo. In ogni caso un piccolo paragrafo lo trovate qui sotto.
  • Processo litogenetico: Il processo litogenetico è il processo di trasformazione delle rocce. I processi sono tre. Quello primario, che interessa le rocce magmatiche. Quello secondario, che interessa le rocce sedimentarie. Quello terzario, che riguarda le rocce metamorfiche. Questi tre processi influiscono enormemente nella terapie con le pietre e la cristalloterapia.
  • Classe minerale: Ogni pietra appartiene a una specifica classe minerale e queste, offrono delle indicazioni ulteriori su quelle che sono le proprietà delle pietre. In genere sono tenute in considerazione 8 grandi categorie che hanno appunto rilevanza anche dal punto di vista terapeutico.
  • Sostanze minerali: Ogni sostanza minerale quando entra in contatto con il corpo o l’aura, offre determinate proprietà benefiche. Quando si studia un cristallo quindi, non dovremo escludere la sua formazione chimica perché da sola potrebbe offrirci moltissime indicazioni sulle proprietà stesse della pietra.
  • Colore: il colore della pietra è vibrazione e per tanto invia alle cellule del corpo determinate informazioni. Da questo punto di vista quindi, la cromoterapia viene sfruttata per armonizzare i 7 centri energetici principali del corpo umano. Anche su questo argomento un piccolo approfondimento sotto.

Come si utilizzano i cristalli?

cristalloterapia, proprietà dei cristalli, terapia coi cristalliSi possono utilizzare in vari modi. Il metodo più semplice che senza dubbio avete a disposizione è quello di indossarli. Altrimenti potete disporre specifici cristalli in prossimità di un chakra, basandovi sul principio della cromoterapia e dello scambio energetico. Metodo meno conosciuto ma sicuramente efficace è quello di utilizzare le pietre in base al loro sistema cristallino, o meglio, in base alle sostanze minerali specifiche.

Seguendo AlchimiaDellePietre.it vi accorgerete di alcune cose sui vari cristalli. Molti di essi ad esempio appartengono alla stessa famiglia (come quella dei quarzi, o dei berilli), altri invece, hanno proprietà simili tra loro perché hanno la stessa struttura cristallina o perché presentano molti elementi minerali in comune.

E’ possibile ovviamente fare veri e propri trattamenti coi cristalli, disponendo le varie pietre in prossimità dei centri energetici del corpo umano o lavorando direttamente sull’aura. Qualcuno preferisce utilizzare le pietre per purificare l’ambiente, saranno poi utilizzati da altri per la creazione di elisir di cristalli, capaci di energizzare il corpo direttamente dall’interno.

Cristalloterapia e cromoterapia

Potete trovare questi due termini affiancati piuttosto spesso. A colpo d’occhio potete riconoscere che i cristalli si differenziano l’uno dall’altro proprio per i colori. La cromoterapia gioca un ruolo importante nell’arte di curare con le pietre, cioè nella cristalloterapia. Posizionate una specifica pietra in una particolare parte del corpo dove volete agire, ed ecco che il colore comunicherà con il vostro organismo affinché avvenga il cambiamento.

Ovviamente non si tratta di una cosa semplice e infallibile, altrimenti basterebbe un corretto uso della cromoterapia per risolvere i problemi. Vi dico piuttosto di vederla come una terapia molto antica che riesce a riequilibrare le energie del corpo e aiuta a rimuovere i blocchi che possono impedirvi di vivere pienamente.

L’arte di curarsi con i colori è parte della medicina olistica. Sembra che già gli egizi utilizzassero questa tecnica per potenziare gli effetti di alcune polveri medicinali. Possiamo comunque trovare molti spunti interessanti nella medicina ayurvedica. Vi consiglio comunque di approfondire leggendo il mio articolo sulla cromoterapia. 

Potete effettuare un vero e proprio riequilibrio energetico con i cristalli sfruttando i principi della cromoterapia e non solo, oppure potete portare con voi la pietra che ritenete più opportuna.

Struttura cristallina e minerali

strutture cristalline e uomo - stili di vitaNon dovete dimenticarvi che ogni minerale possiede una propria struttura cristallina. In tutto ne sono state elencate sette. Il sistema cubico, esagonale, trigonale, tetragonale, rombico, monoclino, triclino più quello amorfo. Basandovi sulla struttura cristallina potete comprendere un po’ meglio l’origine della pietra stessa e avete un metro di giudizio ulteriore per capire quale minerale può fare a caso vostro.

In cristalloterapia non possiamo comunque ignorare i minerali che compongono ogni singola pietra. Il ferro, lo zinco, il fosforo… sono proprio queste sostanze a dare una colorazione differente alla pietra, a renderla unica e offrire uno spettro di proprietà così elevato.

Quando scegliete una pietra, non ignorate questi aspetti ma cercate piuttosto di approfondirli. Oltre a essere utile se vi state appassionando di cristalloterapia, si rivelerà anche molto interessante e un vero e proprio bagaglio culturale.

Scopri tutti i libri consigliati sulla cristalloterapia! Recensioni complete!

[Ultimo aggiornamento: 13 marzo 2016]

 

8 Commenti

Lascia un commento