Utilizzo delle pietre

Indossare i cristalli: alcune cose da sapere

Chi è abituato a indossare i cristalli per una pura questione estetica, non avrà probabilmente riflettuto su alcune questioni importanti, che probabilmente invece interessano molto di più a chi studia la cristalloterapia e i poteri terapeutici dei minerali.

indossare i cristalli

La cromoterapia non è tutto quando si parla di cristalli. Come abbiamo già visto nell’articolo dedicato alla morfologia del minerale, sono tanti altri i fattori che entrano in gioco per delineare le proprietà delle pietre. Tuttavia, non possiamo ignorare i colori e l’effetto che hanno sul corpo.

La mia passione per le pietre è piuttosto famosa anche in famiglia e tra gli amici e così, ogni tanto mi chiedono se questa o quella pietra è meglio indossarla come anello, bracciale, collana etc. Se qualcun’altro che non mi conosce bene è presente alla discussione, inizia nel 99% dei casi una discussione sul perché bisogna fare questo tipo di valutazioni per una semplice pietra.

Pietre, chakra e cromoterapia

Pietre, chakra e cromoterapia delle volte vanno a braccetto. Il motivo per cui dovete valutare come indossare i cristalli risiede proprio nell’affinità cromatica. Faccio un veloce schemino per introdurre all’argomento e cercare di rendere la cosa il più semplice possibile.

Chakra  Colore Tipo di energia  Come indossare i cristalli
 Primo (tra i genitali e l’ano)  Nero/
Rosso
Energia fortemente terrena. Il primo chakra rappresenta le nostre radici.  Le pietre nere devono essere indossate come caviliera, bracciale o anello.
Secondo (sopra i genitali) Rosso/
Arancio
 Energia sessuale, che rafforza l’istinto di sopravvivenza.  Le pietre rosse devono essere indossate come bracciale o anello. Possono essere tenute in tasca.
 Terzo (due dita sotto l’ombelico)  Arancio/
Giallo
 La sede dei pensieri e delle emozioni. E’ un centro intermedio. Pietre arancio/gialle utilizzarle per bracciali o anelli. Se il colore è tenue, ok per una collana non stretto sul collo.
 Quarto (all’altezza del cuore)  Verde/rosa  Il centro dei sentimenti. Si entra nella sfera dei chakra più spirituali.  Le pietre verdi e rosa vanno bene come ciondoli tenuti all’altezza del cuore.
 Quinto (all’altezza della gola)  Azzurro  Il chakra della comunicazione.  Le pietre azzurre possono essere indossate come orecchini o ciondoli.
 Sesto (tra le sopracciglia)  Viola Qui sono racchiuse le energie della mente e della psiche. La forza del pensiero.   Le pietre viola possono essere indossate come orecchini, ciondoli o un punto luce tra le sopracciglia.
 Settimo
(sopra la testa)
 Bianco/
trasparente
 E’ il chakra più spirituale, il collegamento diverso con l’universo e Dio.  Le pietre bianco/trasparenti possono essere indossate come orecchini, ciondoli o corona.

E’ molto meglio indossare le pietre dai colori tenui sui chakra bassi piuttosto che il contrario. Evitate se possibile di indossare, onici, tormaline, corniole etc. come collane e orecchini. Se invece avete un bel turchese come anello, non ci sono problemi perché non andrà a interferire troppo con i chakra bassi.

E’ sempre vero?

In realtà no. Anche se in linea generale le cose stanno così, voglio ricordarvi che c’è sempre la così detta “eccezione che conferma la regola”. Vi faccio un esempio. Giusto per capire.

Se una persona tende a essere troppo materiale, concentrata solo e soltanto sui propri bisogni, dovrà andare a lavorare sul primo chakra, dove il colore dominante abbiamo visto che è il nero e a seguire il rosso. Tuttavia, sarebbe sciocco per il trattamento utilizzare una pietra nera, in quanto andrebbe probabilmente solo a rafforzare tali caratteristiche del carattere non proprio positive. Servirà piuttosto una pietra soft, di quelle adatte ai chakra più alti, come ad esempio un quarzo rosa o un turchese. In questo modo si cerca di controbilanciare la situazione, portando la persona a smussare determinati aspetti della propria personalità.

Lo stesso esempio si può fare al contrario. Se una persona si lascia trascinare dai sentimenti a tal punto da non pensare più a ciò che desidera davvero dalla vita, trovandosi delle volte anche in situazioni spiacevoli, ecco che sarà il caso di lavorare sul chakra del cuore con pietre che riusciranno a portarla di più con i piedi per terra.

63 Commenti

  • Ciao! una curiosità,non ho la possibilità di indossare le pietre nei punti corrispondenti del corpo,dunque mi chiedevo se fosse possibile fare per esempio un portachiave,metterle tutte insieme e all’occorrenza usare quella più giusta al momento.Grazie

  • Ciao, ho un dubbio: volendo usare l’acquamarina x la tiroide, deve essere necessariamente un ciondolo che poggia sulla tiroide oppure funziona lo stesso se e’ un po piu giu? E l’anello? X quanti giorni di fila andrebbe usato x riscontrare qualche beneficio?
    Grazie

    • Ciao Monica,
      non importa che poggi perfettamente. Non ci sono tempi prestabili perché un cristallo funzioni ma sicuramente, non bastano “giorni”. Indossalo nel lungo periodo, come supporto ad eventuali terapie in corso! Vedrai che ti sarà di grande aiuto l’acquamarina, è stupenda 🙂

  • Ciao, scusa in anticipo per il papiro 🙂

    Sono capitata sul tuo sito qualche giorno fa e ho letto svariati articoli ma sono un pochino confusa e mi sarebbe davvero utile un consiglio. Inizio con il dire che era da svariati mesi che pensavo di comprare dei cristalli ed ora con il cambio casa penso sia il momento giusto per iniziare. Vorrei qualcosa che tenga lontana la negatività e dia protezione ai miei animali (che ahimè nell’ultimo anno e mezzo sono stati spesso malati in modo grave ed improvviso, anche se sono sotto controllo costantemente), mi aiuti a superare le ansie, fobie, paura di parlare in pubblico e di osare ed esprimermi senza blocchi. Qualcosa che riesca a riconnettermi con l’universo, a trovare uno scopo e mi faccia smettere di concentrarmi solo sul benessere altrui trascurando i miei bisogni per paura di dire di no e mi dia il coraggio di pensare anche un po’ a me e a sfruttare le mie potenzialità.

    So che per tutto ciò ci vogliono più cristalli da tenere a casa e da indossare e ho fatto una lista di quelli che potrebbero servire in base alla descrizione del tuo sito, ma alcuni hanno azioni simili su determinate cose e non vorrei che si contrastino tra di loro. Potresti gentilmente consigliarmi qualcosa e dirmi se le pietre che ho scelto sono compatibili tra di loro?

    I cristalli che ho messo in lista sono:

    Shungite (anche in lampada), Corniola, Ematite, Ossidiana, Diaspro Giallo (e altri colori oltre al brecciato con ematite), Nefrite, Malachite, Selenite (anche in lampada), Acquamarina, Agata dal pizzo blu, Ametista, Pietra di Luna, Tormalina e Ametista.

    Grazie mille 🙂

    • Ciao! Ritengo che dovresti analizzare meglio, magari con un cristalloterapeuta della tua zona, quali sono le origini di tutto questo e trovare le migliori pietre per te. Penso che le pietre che hai indicato sono tutte bellissime e non vedo alcuna controindicazione nell’acquistarle tutte quante e tenerle in casa (io ne possiedo parecchie e stanno li, senza dar fastidio :)). Poi utilizzerai sul momento quella che ti attira di più 🙂

      Un abbraccio

  • Buongiorno… io qualche settimana fa ho acquistato due quarzi rosa, uno dei due cadendo a terra si è rotto… significa che non darà più l’energia riferita ad esso?

  • Buongiorno Claudia,
    mi sto avvicinando ora alla cristalloterapia.
    avendo diverse collane di diverse pietre posso usarle contemporaneamente?
    Vanno bene come collana o meglio come bracciali (leggendo questo articolo non appare mai nulla come collana..)?
    Ho anche altri gioielli con argento e pietre..
    In questo periodo sono un po’ ansiosa e decentrata (molto dedicata ai mie gemelli) e cerco sempre di essere all’altezza della situazione.
    Ci sono pietre più consigliate di altre o alcune invece proprio da evitare.
    grazie mille

    • Ciao Giulia, benvenuta nel mondo della cristalloterapia allora 🙂 Puoi indossare tutte le collane dal colore chiaro come collane, come ad esempio quelle azzurre, verdi, trasparenti… ma anche l’ametista, il citrino etc. Volendo puoi usare anche tutte le altre se non t’interessa il discorso dei chakra 🙂

      Io ti consiglio di utilizzare il crisoprasio, come collana per il periodo ansioso!

      Un abbraccio

  • Mi è stato regalato un ciondolo di ossidiana.
    Ho diverse esperienze traumatiche da finire di affrontare, sono nella fase di accettazione di esse e di rielaborazione.
    Sono tendente al senso di colpa per lo più immotivato e vorrei effettivamente portare la pietra al collo.
    Dati i fortissimi dolori mestruali utilizzarla sul ventre solo in quel momento e sotto la pianta dei piedi solo se sotto esami, e quindi, in momenti di forte stress e ansia.
    Secondo te è fattibile? Oppure è realmente indicato non portarla al collo?

    P.s: per i sogni, ho letto che aiuta ad affrontare e capire meglio i nostri traumi proponendo Eli in sogni (anche se abbastanza agitati), non sono autolesionista e so che certe cose quali paure e traumi vanno affrontate a piccole dosi, ma sono una persona che preferisce fare a “cazzotti” con la realtà per poi accettarla con più tranquillità.
    Tentare potrebbe, secondo te, valere la candela? 🙂

    Un saluto

    • Ciao Sara, se vuoi puoi indossarla al collo e si, puoi anche utilizzarla come dici nel caso del bisogno! Puoi provare a lavorare con l’ossidiana sul discorso dei sogni, secondo me ottieni dei risultati e magari neanche troppo precipitosi. Facci sapere anzi come va!

  • Ciao !! Volevo acquistare una collanina con un ciondolo di quarzo rosa, da tenere sempre con me ,ma ho letto che i cristalli , se sono a contatto con metalli poco nobili (fanno quindi eccezione l’oro e l’argento) perdono le loro proprietà terapeutiche e spirituali ! cercando su intenet ho visto che la maggior parte delle collanine con cristalli sono proprio fatte di ottone , o zinco quindi non vanno bene…in alternativa andrebbero bene quelle placcate in oro/ argento ? se sei a conoscenza di un buon sito affidabile, potresti suggerirmelo? Grazie in anticipo !! 🙂

  • Ciao,
    Scusa per i miei commenti da inesperta, ma io mi sento attratta da una certa pietra perché rispecchia le proprietà emotive che già possiedo, non quelle che ho bisogno di ottenere (per es. adoro l’ ametista per il fatto che rappresenti la riflessione, ma non perché necessiti di acquisire le sue caratteristiche ). Mi daresti una tua opinione? Grazie mille

    • Certamente, le pietre servono anche a questo. Le puoi utilizzare per rafforzare qualità che già possiedi oppure per farle emergere quando sono poco visibili ma comunque presenti. Capita molto spesso di avere talenti che neanche sappiamo di possedere 🙂 Ognuno utilizza le pietre per specifici motivi, come appunto l’ametista che induce alla riflessione, ma magari non è interessata agli altri suoi aspetti.
      Un saluto e grazie a te per la tua opinione!

  • Ciao.
    Sono un’appassionata di pietre.. tempo fa mi sono fatta una collana ed un bracciale con tutte le pietre che ho disponibili (quasi una trentina di chips), seguendo i colori dei chakra.. mi piacciono perchè sono multicolori ed allegri, ma mi è venuto il dubbio se posso effettivamente indossare la collana ed il braccialetto multipietre.. non è che alcune pietre vanno a contrastare tra di loro? Mi entusiasma portare a contatto della pelle tutti i colori del chakra e assorbire le proprietà di tutte le pietre…
    Grazie mille

  • ciao, vorrei regalare a mia mamma anziana un bracciale tipo mala. Lei ha insufficienza renale ed altri acciacchi per l’età, le vorrei regalare un braccialetto per benessere fisico, serenità, protezione energetica, autoguarigione ecc..lo so troppe richieste 😉 avevo visto sia l’ematite nera che l’avventurina. che ne pensi? è necessario che nei metta l’intenzione nell’indossarlo, oppure non è necessario? grazie

    • Secondo me l’ematite va benissimo 🙂 può indossarla oppure, metti alcuni esemplari di questa pietra nelle stanze dove passa più tempo. Una bella collana o un bel bracciale però è sempre un dono gradito 😉

  • Buon giorno,premettendo che sono inesperta in materia,ma mlt attratta da questo mondo.ho diverse pietre che ho acquistato nel tempo un po’ informandomi X caratteristiche un po’ perché semplicemente attratta.noto che le metterei tutte,adoro quelle nere o verdi..mi accorgo però che vorrei metterle tutte e ho quasi paura a separarmene ( tipo 3/4 le ho messo nl portachiavi d casa ametista agata scura credo un ossidiana)…come se fossi più sicura con loro..ho una pietra nera che mia mamma mi ha portat dal argentina (dal deserto della luna o simile) di protezione delle donne secondo credenze del post( che mett e tolgo anch se mlt a fatica)un quarz ialin al collo e un citrin da braccial..che nn tolgo mai .vorrei regalarne una portafortuna a mio fratello….come mai qst sensazione? Qsta dipendenza?dove è meglio che lasci le pietre qd sono a casa?grazie e scusa il messaggione

    • Ciao Giorgia, non so dirti perché questo “attaccamento” verso le pietre ma se ti fanno star bene, non ci vedo niente di male nell’indossarle. Chiaramente però se continui ad acquistarle, portarle tutte dietro diventa difficile 🙂

      Io le lascio semplicemente in casa, ognuna ha ormai in un certo senso il suo posto. Puoi lasciarle comunque in un sacchettino di fibra naturale e poi in un cassetto se questo ti fa sentire più tranquilla.

      Grazie a presto!

  • Buonasera 🙂 blog molto interessante. Vorrei porvi una domanda; ho tre ciondoli: un quarzo ialino, un’ambra e un lapislazzuli. Posso portarli contemporaneamente al collo oppure meglio indossarne solo uno o due?
    Grazie in anticipo 🙂

  • Ciao Claudia, mi sono imbattuta in questo blog interessantissimo.Ho acquistato da qualche giorno in un negozio di pietre naturali un ciondolo di turchese grezzo . Prima di indossarlo vorrei purificarlo, qual’è il modo giusto per farlo? inoltre la pietra è bucata in mezzo dall’argerto , questo può precludere i suoi effetti ?
    Grazie in anticipo

    • Ciao Valentina, puoi tenerlo un paio di minuti sotto l’acqua corrente 🙂 Le pietre bucate perdono un pochino di energia, è sempre meglio utilizzare quelle grezze. Possiede comunque i suoi effetti ancora 🙂 Un abbraccio!

  • ciao claudia, grazie x le tue risposte sempre molto esaudienti. ora ho due cose da chiederti. per quanto tempo devo indossare una pietra affinche possa fare effetto?ora x esempio sto indossando un ciondolocdi acqua marina, avendo un nodulo alla tiroide ma vorrei anche indossare altre pietre…mi chiedo se dopo un tot di tempo posso cambiare pietra. poi volevo chiederti posso fare indossare a mia mamma (che ha insufficienza renale, pacemaker e ferro basso) un bracciale di ematite insieme ad uno di avventurina che le avevo gia regalato. oppure e’meglio alternarli? grazie

    • Ciao Monica, non posso purtroppo rispondere alla prima domanda perché è impossibile stabilire questa cosa. Conoscevo una donna con un problema alla tiroide (lei indossava il crisocolla) e l’ha tenuta per mesi e mesi… ti consiglio semmai di alternarla oppure quando possibile di usare anche altre collane insieme.

      Per quanto riguarda tua mamma, credo non ci siano problemi. Se poi prova una qualche sensazione fastidiosa o nota qualcosa che non va, gli alterni.

  • Ciao!
    Ho bisogno di un vostro consiglio, visto che siete molto esperti.
    Sto attraversando un periodo molto difficile in tutti i campi (lavoro, amore, famiglia), ho molta ansia e paura, mi sento molto fragile ed insicura.
    Non amo le collane, ma vorrei creare un bracciale d’argento con alcune pietre che riescano a riequilibrare il vulcano che sento dentro.
    Secondo voi è possibile? Quali pietre mi consigliate?
    Grazie in anticipo! E complimenti per il blog!

  • Ciao e complimenti per il sito! ultimamente ho riscoperto la mia passione per le pietre. In questo momento vorrei che arrivasse l’amore! Mi puoi consigliare tra un bel turchese da portare all’altezza della gola o un ciondolo di giada verde o giada gialla da portare all’altezza del cuore? Grazie e ancora complimenti!

  • Ciao Claudia,
    Grazie per la risposta.
    Il periodo no è dovuto più che altro a fattori esterni, che mi portano a sentirmi così.
    Si stanno chiudendo alcune situazioni, altre stanno migliorando, altre devono chiarirsi.
    Devo decidere molte cose che interesseranno il mio futuro, professionale e personale.
    Insomma, ci saranno cambiamenti. Cambiamenti che fanno paura, cambiamenti che forse mi renderanno più felice.
    Forse chiedo l’impossibile, ma secondo te quali pietre dovrei mettere sul bracciale che vorrei?
    O comunque pensi che ci sia qualche pietra in particolare che possa aiutarmi?
    Ho letto l’articolo sulle pietre ed il cambiamento, ma sono confusa.
    Non so quale scegliere!
    Grazie per l’attenzione!

  • Ciao Claudia, volevo sapere se un calcedonio azzurro può essere portato come ciondolo,la tormalina nera biterminata vicino al pc o se invece bisogna uscire in tasca o in borsa per schermarsi da negatività! e invece il quarzo fumè? come sarebbe meglio portarlo? in tasca o montato su qualcosa? grazie mille.

    • Ciao! Puoi portare le pietre come hai scritto. La tormalina davanti al PC quando sei al pc, in tasca se esci. Il quarzo fumè va bene in tasca o a limite come ciondolo.

  • Buonasera, vorrei sapere se faccio bene a comprare bracciali di ematite, tormalina e shungite (che andrebbero tutti allo stesso polso) e una cavigliera di corallo, tutti da portare fissi (se riesco!), e se in caso caricandomi di altre pietre in tasca quando esco non andrò a fare troppa confusione?
    Magari consigliami se qualcosa sopra elencato è meglio tenerlo in casa anzichè addosso.. Ho anche un anello di corniola fisso ^^”””
    Grazie per l’attenzione,
    Giada

    • Ciao Giada, dipende molto da te. In ogni caso io evito di portami dietro troppe cose, preferisco di solito usarne giusto due o tre. Quando vuoi usare altre pietre oltre quelle “fisse”, io sostituirei una di quelle “fisse” con l’altra, per il tempo necessario.

  • Ciao! Ho un dubbio forte riguardo due pietre che amo molto. L’ agata nera e il diaspro rosso. Vorrei indossarli insieme, ma non so se l’accostamento sia fattibile. Mi daresti un tuo parere? Te ne sarei molto grata 🙂
    A presto, e complimenti per questo meraviglioso sito web.

Lascia un commento