Curiosità sui cristalli

Strutture cristalline e uomo: il rapporto segreto

Esiste un collegamento tra strutture cristalline e uomo? Secondo Michael Ginger, autore del libro l’arte si curare con le pietre. Si tratta senza ombra di dubbio di uno dei manuali più completi sulla cristalloterapia, purtroppo ormai fuori commercio.

L’autore del libro sostiene più volte che la morfologia del minerale, cioè la sua struttura di base, è di gran lungo più importante dell’aspetto cromatico. Mentre il secondo è immediatamente percepibile, il primo no.

Quando iniziai a studiare i cristalli, non avevo la più pallida idea di cosa fossero le strutture cristalline e, anche se magari avessi sentito qualcuno accennarvi, non avevo probabilmente preso in considerazione la cosa reputandola di poco conto.

Ginger invece, ha elaborato una propria teoria. Non solo mi ha letteralmente illuminata sul discorso delle sette strutture cristalline di base (più quella amorfa, la classica “eccezione che conferma la regola”) che regolano l’universo dei minerali, ma ha pure evidenziato come queste siano strettamente collegate alla vita dell’uomo.

In pratica viene nuovamente tirata in ballo la teoria del “simile attira il simile”. Michael Ginger, quando andò a far visita a un amico, notò che questo aveva una certa predisposizione a collezionare i minerali con un sistema cristallino cubico. Ecco allora che si accorse come quest’uomo molto votato alla precisione, la disciplina e la costanza, fosse attratto da cristalli “simili” a lui.

Iniziò così a valutare attentamente le persone intorno a lui, cercando di capire da quali cristalli erano più attratti. Si accorse in pratica che gli individui che esaminavano venivano realmente attratti da quei minerali con una struttura simile alla loro.

Parte pratica

Verità? Coincidenze? Chissà… tuttavia la sua è una teoria molto affascinante e così ho deciso di parlarvene qui su Alchimia delle Pietre. Se possedete già delle pietre o avete la possibilità di acquistarne qualcuna, fate subito un test: segnatevi su carta i nomi dei cristalli e tornate qui sul blog tra pochi giorni. Troverete un articolo/tabella con sopra indicate le pietre più famose e il loro sistema cristallino. Vedrete subito se, in maniera del tutto inconsapevole, siete sempre stati più attratti da pietre morfologicamente simili tra loro oppure no.

Se mi seguirete su questo blog, troverete periodicamente articoli di approfondimento sulle varie strutture cristalline e l’uomo, un vero e proprio “stile di vita” cristallino. Intanto però, vi lascio una piccola descrizione di ogni struttura. Se avete notato che avete una predisposizione all’acquisto di determinati gruppi di pietre,, leggete la descrizione qui sotto che fa a caso vostro e vedete se vi rispecchiate in essa!

7 Stili di vita e le strutture cristalline + 1

1.Stile di vita cubico (o isometrico): Questa persona predilige l’ordine. Ama tenere tutto sotto controllo. Ama le regole, la puntualità e conferire un senso di perfezione e precisione in tutto quello che fa. Si tratta di un individuo molto sentimentale che, nonostante non lo dimostri a chiunque, non si limita ad “amare” le persone importanti della suavita, ma espande questo sentimento anche a animali e piante. Collegato al primo chakra e l’elemento terra.

2. Stile di vita tetragonale: Una persona che sembra amare particolarmente il brivido dell’avventura. Non teme le sfide e le opportunità. Meno propensa ad aprirsi a nuovi sentimenti. Delle volte tende a nascondersi dietro a delle “maschere” per impedire all’altro di comprenderla pienamente. Collegato al secondo chakra e l’elemento acqua.

3. Stile di vita esagonale: Persona tenace, che insegue i propri intenti a ogni costo e non si lascia certo abbattere dal primo problema. Cerca di sfruttare il tempo nel migliore dei modi perché è consapevole che si tratta del bene più importante su questa terra. Gli ostacoli non lo fanno rallentare, consapevole che ogni volta che accade si distanzia di un passo dal suo obbiettivo. Collegato al terzo chakra e l’elemento fuoco.

4.Stile di vita trigonale (o romboedrico): Tutto viene storpiato dalla luce della soggettività. Chi si riconosce in questo stile di vita noterà come le giornate non siano scandite dalle regole della fisica comuni a tutti, ma piuttosto dai sentimenti e i pensieri. Un grande difetto è l’indifferenza verso tutto ciò che lo circonda, che può portare ad arrendersi all’idea che nulla si possa fare per cambiare il destino.  Collegato al chakra del cuore, elemento Aria.

5.Stile di vita rombico (o ortorombico) : Sbalzi d’umore, momento di euforia e totale convinzione nel voler raggiungere l’euforia, sono alternati al più totale sconforto. E’ tuttavia una persona molto resistente e, nonostante questi “cali” riuscirà a ottenere ciò che vuole con l’impegno. Purtroppo però la tendenza a trattenere accompagna questa qualità, cosa che condurrà ad accumulare sentimenti e paure troppo a lungo, fino a quando non usciranno come un fiume in piena, devastando. Collegato al chakra della gola, elemento Etere.

6.Stile di vita monoclino: Questa persona sembra essere in balia delle emozioni, poco predisposta a far progetti a lunga scadenza. Preferisce godersi il presente ma è comunque una persona che non vuole rimangiarsi la parola data e per questo quando decide di impegnarsi, farà di tutto per far funzionare la cosa. Collegato al terzo occhio, coscienza universale.

7.Stile di vita triclino: Persona estremamente pratica. Non ama certo incasinarsi la vita con inutili problemi. Preferisce piuttosto avere il risultato migliore, con lo sforzo minimo indispensabile. Apprezza i ritmi giornalieri, ma non per questo è chiuso nella sua visione. Anzi, è molto aperto sotto questo aspetto. Piccolo difetto? Ama oziare e delle volte si lascia andare alla pigrizia. Collegato al chakra della corona, Volontà Divina.

Stile di vita amorfo: Una persona prevalentemente spontanea. Non ha una forma precisa e non ama assolutamente adottarne una. Grande creatività, ma alcune volte può prevalere una sensazione di vuoto a causa dell’incapacità di riconoscersi in una qualsiasi struttura.

[ultimo aggiornamento il 31 agosto 2016]

2 Commenti

  • Ciao Claudia io ho notato che compro in prevalenza quarzi oltre che mi piace tanto l’ametista il quarzo citrino credo siano trigonali come strutture e mi piacciono tanto anche le sfere,anche io preferisco le pietre grezze ma essendo squattrinata son costretta a comprare le buratatte che sono bellissime ma son convinta che a livello ergetico vibrazionale siano meno forti,grazie x l’articolo sui sette stili o reticoli cristallini davvero super interessante un abbraccio ely.

    • Carissima, anche a me piacciono in modo particolare i quarzi. Fino a oggi, senza farci troppo caso, ho sviluppato soprattutto le pietre trigonali 🙂 Le pietre burattate vengono lavorate quindi secondo me un po’ vanno a perdere, ma sono ugualmente un grande aiuto! Un abbraccio

Lascia un commento

privacy policy