Utilizzo delle pietre

Pietre che aiutano a dimagrire

Se il vostro scopo è quello di perdere qualche chilo e state cercando un aiuto anche dal mondo delle pietre, magari per aumentare la vostra forza di volontà, per sconfiggere la fame nervosa, migliorare la digestione e velocizzare il metabolismo, allora siete nel posto giusto.

pietre per dimagrire

Di pietre che aiutano a dimagrire ne esistono diverse. Personalmente non le ho mai provate sotto questa luce, ma ho avuto modo di seguire i progressi (decisamente notevoli) di diverse amiche che, proprio con l’intenzione di raggiungere il peso forma, avevano deciso di sfruttare i poteri dei minerali per rafforzare la loro dieta.

Pietre per dimagrire: i casi più comuni

I motivi per cui non riuscite a dimagrire possono essere molteplici quindi, vi elencherò le pietre che potete utilizzare, in base al vostro tipo di problema. Probabilmente non è un prospetto completo quindi, se avete qualche curiosità in più da soddisfare, non dovete che chiedere attraverso i commenti!

♥ Fame nervosa. Se il vostro problema è il desiderio irrefrenabile di mangiare, dettato probabilmente dal nervosismo, allora potete contare sull’aiuto di alcuni bellissimi minerali  come il crisocolla, l’occhio di falco, la magnesite e il serpentino.

♥ Metabolismo. Molto spesso l’inesorabile aumento di peso deriva da un metabolismo piuttosto lento. Ad accompagnarvi in una dieta mirata e un buon allenamento fisico, arrivano queste pietre: avventurina, amazzonite, magnesite, turchese, tormalina, corniola, topazio imperiale.

♥ Autocontrollo. Se il vostro problema è tutto nel non sapervi abituare alla dieta e seguirla con costanza, allora possono far a caso vostro il crisoberillo, che va appunto a rafforzare l’autocontrollo, e la fluorite. Per aumentare la forza di volontà utilizzate l’alessandrite, l’ematite, il granato, lo zaffiro e il diaspro rosso.

♥ Digestione. Qualora soffriate di cattiva digestione, oltre a prendere i possibili farmaci consigliati dal medico e sfruttare i cari rimedi popolari, potete anche utilizzare come pietre l’agata, l’aragonite, il citrino, il diaspro e il topazio.

♥ Eccesso di peso. Se dovete iniziare una dieta a breve per il peso eccessivo, potete partire con il piede giusto lasciandovi accompagnare dalle positive energie del legno silicizzato. Ricordatevi che durante la fase di dimagrimento dovrete anche rafforzare i muscoli con l’attività fisica, in questo caso potrebbe rivelarsi utile la magnesite.

♥ Ritenzione idrica. Se il vostro problema non sono tanto i chili di troppo, quanto piuttosto la ritenzione idrica che vi provoca gonfiori. Potete provare con queste pietre. Giada, tormalina, calcedonio blu e nefrite. Per alleviare i gonfiori invece sono perfetti l’ametista e il cristallo di rocca.

♥ Ormoni. Gli sbalzi ormonali possono essere causa di un aumento di peso improvviso. Per stabilizzare la loro funzione potete optare per acquamarina, pietra di luna, diamante, tormalina, occhio di falco e granato. Se i problemi nascono dalla ghiandola tiroidea, le pietre adatte sono il lapislazzuli, la crisocolla e di nuovo l’acquamarina.

Come si utilizzano queste pietre per dimagrire?

Veniamo alla parte pratica. Le pietre possono aiutarvi a dimagrire, ma non possono fare miracoli. Quindi, se davvero la vostra intenzione è quella di perdere peso, iniziate a seguire una buona dieta dimagrante o sgonfiante e iniziate a praticare uno sport.

Le pietre come abbiamo visto, possono supportarvi in diversi casi. Ovviamente l’uso è esclusivamente esterno. Se il problema è ormonale, basterà utilizzare una bel ciondolo con la pietra da voi scelta.

Volendo potete usare anche l’elisir dei minerali. Niente magie o pozioni. Dovete solo lasciare che le energie della pietra (accuratamente pulita e lavata, ideali sono quelle burattate) siano trasmesse all’acqua per alcune ore. Mi raccomando, la bottiglia non deve riportare scritte, etichette o quant’altro. Sceglietene sempre una trasparente e posizionatela in un luogo buio. Potete in alternativa lasciare la bottiglia esposta agli influssi lunari.

Le pietre presentate nell’articolo non sono tutte adatte alla realizzazione degli elisir, anzi, vi ricordo che è solo un articolo informativo e per procedere nell’uso interno dovete consultare una persona esperta in materia.

Le pietre sicuramente NON adatte per fare l’elisir: Granato, Nefrite, Legno silicizzato, Ematite, Topazio imperiale, avventurina

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

11 Commenti

  • Bellissimo blog complimenti. Ora voglio farti una domanda, sto cercando la magnesite ma tutti mi propongono howalite, un gemmologo che ha un negozio di pietre dure mi ha detto che sono la stessa cosa. Ho girato vari negozi idem. Possibile che per vendere propongono una pietra che non ha le stesse caratteristiche. Ho visitato solo negozi seri o così sembra con ottime recensioni.

    • Ciao Stefy, effettivamente capita anche a me di leggere spesso che questi due minerali sono la stessa cosa. In realtà se guardiamo la formula chimica e il sistema cristallino, appare chiaro che non sono identiche. Ora, io di chimica non sono un’esperta ma, la magnesite ha questa formula: MgCO3 mentre l’Howlite ha questa formula: Ca2B5SiO9(OH)5. La prima ha un sistema cristallino trigonale, la seconda monoclino. Visto che hai la possibilità di parlare con un gemmologo, dovresti provare a far presente questa cosa.

      • Grazie per la tua risposta.
        Io ho fatto presente che sono due pietre diverse, ma è stato lo stesso gemmologo ha dire che sono la stessa cosa, forse perché ha un negozio di pietre dure, peccato perché non riesco proprio ha trovare la magnesite tutti mi vogliono dare l howalite.
        Forse un giorno la troverò

  • Proverò uno di questi elisir, ma purtroppo il negozio in cui andavo a comperare i cristalli è chiuso. Tu sapresti consigliarmi dei negozi sicuri, anche online vanno bene??!! Grazie mille

    • Ciao Elia, mi raccomando, informati prima di fare gli elisir. Spero non lo hai ancora fatto. Assicurati di usare pietre adatte, informati presso un’erboristeria o un cristalloterapeuta. Io non sono esperta di elisir minerali! Purtroppo non so cosa consigliarti al momento, considera io acquistavo tutto da una signora della mia città, ma ha chiuso adesso!

  • Ciao, ho letto molto attentamento l’articolo e devo dire che lo trovo molto interessante. Penso di provare questi elisir. Una domada comunque ce l’avrei da farti. Alla fine dell’articolo scrivi che:
    Le pietre sicuramente NON adatte per fare l’elisir: Granato, Nefrite, Legno silicizzato, Ematite, Topazio imperiale, avventurina”
    Però, l’avventurina e il topazio imperiale lo trovi nell’elisir del metabolismo e
    il granato come anche l’ematite lo trovi nell’elisir del autocontrollo
    Allora, si possono usare oppure no ?
    Ti ringrazio per una risposta, ciao…

    • Salve Mariella, le pietre presenti nell’elenco principale sono indicate non per gli elisir ma per essere indossate e per farne un uso esterno. Per gli elisir ti consiglio caldamente di NON procedere senza aver parlato prima con un esperto di elisir delle pietre. Grazie per il commento, mi hai dato spunto per modificare l’articolo principale che effettivamente non offre una giusta informazione.

Lascia un commento